01 Ottobre 2020

4kMM: la descrizione del Guru F.Bellinvia a pochi km dall´arrivo...

08-09-2016 18:34 - Mondo Trail, Ultra, Sky ed Extreme!
Ora, con grande onore e grande merito, dopo un viaggio che posso solo cercare di immaginare, sta per arrivare a un traguardo veramente immenso. Uno dei suoi... Uno di quelli che – credo – ti lasciano un segno indelebile nell´anima. Roba definitiva, penso. Come una cicatrice nascosta, ricordo di immensa gioia e di parecchia sofferenza. Roba di cui essere orgogliosi per il resto dell´esistenza. Una passeggiata di appena 350 km; e, sommando tutte le salite e salitelle, le pettate e i non so quanti vertical... tipo più o meno quasi tre Everest; però partendo dal livello del mare... deh, se no son boni tutti...
Io l´ho conosciuto prima male e poi un po´ meglio. In totale l´ho conosciuto "un po´ "; però abbastanza, credo. Prima male e di vista, perché è il classico parente acquisito che ti ritrovi di striscio o di rimbalzo in quanto marito di una bis (o forse tris? Boh) cugina. E poi meglio: un po´ sui sentieri, un po´ sulla strada, un po´ in pista, eccetera. Due chiacchiere, due cazzate, qualche chilometro.
Sapevo chi era, che si chiama Francesco, che lo chiamano il Guru, e poi poco altro. Quando ti ritrovi faccia a faccia con uno che è veramente Born to Run (e te no) senti subito un po´ di differenza. La differenza che ci può essere tra un purosangue e un OGM. Non era diffidenza, anzi, era stima incondizionata sulla fiducia; ma osservata da lontano, e anche rispetto; forse un po´ di timore reverenziale. Ma, in buona sostanza, chi era il Guru? – boh? –, e chi lo conosceva? – io no! -. Di sicuro sapevo che era uno forte a bestia - si vedeva! -; con una evidente passione fuori dal comune.
Poi l´ho conosciuto meglio, tipo quando mi è capitato di frequentare posti simili; il Faeta, soprattutto. Il Trail dei Monti Pisani, il Vega 10, il Vertical Faeta eccetera. E poi quando mi ci sono ritrovato a dividere casa per pochi giorni insieme ad altri improbabili personaggi che, di ordinario (banale, prevedibile, protocollare, scontato, omologato), non hanno proprio niente. E poi - dopo – quando c´ho fatto insieme un viaggio di ritorno Cortina - Pisa memorabile: io ero sfatto dal sonno e dalla stanchezza ma nei momenti di lucidità mi ricordava "Milano – Roma", quella trasmissione in cui si ficcavano due sconosciuti in macchina a Milano e si mandavano a Roma; e, arrivati a Roma, a forza di chiacchiere e di cazzeggi, erano molto meno sconosciuti di prima. A dire il vero in questo caso, oltre alla stima, dovetti dargli anche fiducia incondizionata e poi anche il volante... perché, se era per me, mi sarei addormentato in autostrada rischiando il cappottamento. Quando poi, al mio risveglio, con la sincerità sua tipica e il sorriso da cappellaio matto, mi disse "meglio se ci fermiamo perché se no collasso anch´io... :-) "; così, a scanso di equivoci, ci si fermò e si fece merenda ghiozza a base di Magnum con le mandorle, caffè e Redbull a bestia. Merenda da tossici ma molto creativa.
Così ho conosciuto il Guru, il mio bis o tris cugino acquisto di rimbalzo.
E ultimamente (in questa ultima settimana) – come penso a tanti –, mi è capitato di pensare a lui; e anche di parlare di lui.
In due occasioni mi sono accorto di aver detto di pancia la stessa cosa a due persone diverse; più o meno questa...
"E´ il Guru... (con tutto quello che comporta essere il Guru: onore, merito, titoli, risultati, eccetera eccetera) ma ha anche una cosa che ogni tanto gli esce fuori, una cosa che forse hanno soprattutto i bambini: quella purezza e quell´entusiasmo di fronte alle sue imprese impossibili che, se la guardi bene, è gioia di vivere oppure vivere gioiosamente. Insomma è una cosa bella del Guru."; il Guru è il Guru, col suo modo di fare e di esistere, direi un portatore sano di felicità; un taciturno e riservato trasmettitore di una malattia infettiva fantastica e benigna che auguro a tutti.
E auguro a tutti di conoscerlo un po´ meglio – non troppo! ma per questo non c´è problema perché poi, stringi stringi, lui non vuole troppe noie e ci pensa lui... -; però un po´ sì. Ne vale davvero la pena!
Forza Guru! Come dici te, sei veramente super ganzo e super forte!


Fonte: Enrico Marchetti



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio