04 Febbraio 2023
percorso: Home

Gran Premio Monte Serra - Ragazzi Vega 10

La Storia del Gran Premio del Monte Serra "Ragazzi del Vega 10" ed il logo

Logo Evento 2020

Qui tutta la storia dell'evento: dall'antefatto (1977) alla prima edizione (2007) fino all'ultima (2019) contraddistinta dalla ripresa del territorio dopo il disastroso incendio del settembre 2018. Per le informazioni riguardanti le iscrizioni alla corsa del prossimo 29 FEBBRAIO 2020: consultate la prima notizia sul sito cliccando qui o leggete in fondo a questo spazio dove troverete tutti gli allegati utili.
L'edizione 2020 sarà dedicata all'Ingegner Tomatis, storico presidente dell'Associazione Familiari delle Vittime che ci ha lasciato lo scorso dicembre.
Buona lettura.
Pisa Road Runners club ASD, 6 febbraio 2020

L’idea di organizzare una corsa podistica tutta in salita (!) per ricordare i 44 ragazzi del C-130 ’Vega 10’ viene dall’incontro (dicembre 2006) tra i rappresentanti dell’Associazione Familiari delle 44 vittime del 3 marzo 1977 (nella figura di Alfredo Verna, poi sostenuta da tutti i membri dell’Associazione) e di Andrea Maggini che da inizio anni 2000 anni aveva in mente un corsa secca in salita, appunto, sul principale monte della provincia pisana. L'evento, nelle prime 6 edizioni, viene supportato tecnicamente da PisaMarathon Strapazzata club APD del Presidente Vincenzo De Rosa, con il sostegno dei Direttivi 2007-2009 e 2010-2012. Dal 2013 viene organizzata dai Pisa Road Runners il cui Presidente è proprio l'ideatore dell'evento Andrea Maggini, seppur con il supporto volontario degli stessi gruppi che avevano già sostenuto questa epica avventura (Pod. Ospedalieri, Marathon Club, Due Arni Pisa e La Verru'a su tutti). A questi organismi non sono mai mancati il Comune di Calci, il Comune di Buti e le associazioni di volontariato locale (GVA di Calci, Carabinieri in Congedo di Calci e Misericordia su tutte) ed i corpi militari, vista la natura della ricorrenza sportiva.

Nell’arco di tre mesi (fine 2006 ed inizio 2007), viene fissata nel calendario Fidal la prima data (3 marzo 2007, a 30 anni esatti dal terribile schianto del C-130 ‘Vega 10’, evento che è rimasto nella memoria dei calcesani, dei pisani, dei soccorritori e di tutti gli abitanti delle zone limitrofe), viene creato il logo con una sua simbologia, coinvolte istituzioni, i gruppi sportivi locali e militari (soprattutto quelli dell’Accademia Navale di Livorno e della 46a Brigata Aerea di Pisa, le più colpite dalla sciagura con 38 cadetti ed 1 ufficiale i primi e 5 membri dell’equipaggio i secondi), creato il percorso suggestivo che legasse la Certosa di Calci fino ai piedi del monumento-faro dedicato ai ragazzi (rappresentati dalle 44 stelle del logo qui a fianco riportato).

La prima presentazione viene fatta nel suggestivo Refettorio della Certosa di Calci con visita guidata. Dalle edizioni successive le presentazioni si tengono il giovedì precedente la gara presso la sala consiliare del Comune di Calci. Tutti i partecipanti e gli addetti ebbero in omaggio una bottiglia di olio dei Monti Pisani a sancire il legame tra sport, ricorrenza e territorio. La prima edizione fu subito un successo (200 partecipanti in questa che è pur sempre una particolare specialità inserita in un periodo ‘difficile’ per le vicine maratone e mezze) con la cavalcata solitaria di Simone Lenzi (C.S. Forestale) in 39’03” (con ben 1’35” di distacco sul secondo) e di Rachele Fabbro (G.S. Lammari) in 49’09” tra le donne. Al gruppo Parco Alpi Apuane il bellissimo trofeo offerto dai Familiari per il gruppo che otteneva più punti con i suoi arrivati, trofeo da rimettere in palio ogni anno come la coppa Rimet . Molti premi (compresi i campionati provinciali e militari di corsa in salita) e vasta eco sui giornali nei mesi successivi.

QUI SOTTO ALCUNE IMMAGINI DELLA PRIMA EDIZIONE (2007) CON MOLTI ARRIVATI A BRACCIA APERTE IN SEGNO DI OMAGGIO VERSO I 44 CADUTI.

PROSEGUITE CON LA STORIA DEL GRAN PREMIO: CON VIDEO, FOTOGRAFIE E RESOCONTI DI TUTTE EDIZIONI (dal 2007 al 2019!).
BUONA LETTURA!!!!!!!!!!!!

Primo video dello schianto (TG 1 condotto da Emilio Fede)

Il secondo video dello schianto (TG 2 condotto da Mario pastore)

Alcune immagini della prima edizione (3 marzo 1977 - 3 marzo 2007)

Il Video della prima edizione del Gran Premio del Monte Serra (2007)

by Belinda Sorice

L'altimetria e le edizioni 2008, 2009 e 2010.

Altimetria dei 9,266 km dalla Certosa al Faro
Il percorso, misurato e certificato dalla FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) nel febbraio del 2008, di 9,266 km è interamente asfaltato ed in salita tranne 100 metri (sterrati) subito dopo il 9° km (al Ristorante I Cristalli). Impegnative le pendenze vicine al 10% dal 2° al 4° km (località Tre Colli) e dell’ultima rampa finale di 150 metri che porta ai piedi del monumento!

Nel 2008, appunto, la seconda edizione riveste il carattere Nazionale Fidal con la misurazione (16 febbraio) del percorso dai funzionari federali che sanciscono in 9,266 km la corsa su strada tutta (!) in salita che quest’anno si svolge sabato 1 marzo.
Il carattere della manifestazione diventa più sportivo e si proietta nel ‘sogno’ di farla entrare nel dna dei calcesani e farla diventare un momento importante per l'intera comunità podistica come sfida epica e ricordo nel tempo stesso. Vince nella nebbia il pisano tatuatissimo Andrea Davini, una istituzione podistica ed a sorpresa la veterana Antonella Chini da Siena, con il cuore.

E così è. Nel 2009 e 2010 partecipa, e stravince, il vice-campione del mondo di corsa in montagna: il piemontese Gabriele Abate che fissa il record in 37’18”. Con 47’06” è la minuta Romina Sedoni a fermare il record femminile nel 2009 (poi da lei stessa ritoccato nel 2012).

L'edizione 2010 viene vinta dalla pisana Ilaria Bianchi, come la Romina Sedoni gia vincitrice di PisaMarathon. Alla partenza ed all'arrivo un Maggini con le stampelle nella fase di recupero dalla frattura scomposta del femore un mese prima in Val d'Aosta (a Brusson da Pietro Trabucchi). Lì scoprirà che l'Ammiraglio dell'Accademia Navale P.Rosati lavora con protesi d'anca, in una sorta di compagni di sventura ...


Alcune immagini 2a edizione (2008)

Il Video della 2a edizione del Gran Premio del Monte Serra (2008)

by Belinda Sorice

Alcune immagini 3a edizione (2009)

Il Video della 3a edizione del Gran Premio del Monte Serra (2009)

By Belinda Sorice

Alcune immagini 4a edizione (2010)

2011, l'anno delle novità!

La prima MiniRun per i bambini di Calci
Nel corso delle prime 5 edizioni si sono registrati oltre 200 partecipanti con il record del 2011 con oltre 300 temerari a sfidare la salita e spesso le intemperie del tempo in zona arrivo dove non è mai mancato il vento.

Nel 2011 si ha anche la felice intuizione di Maggini e dell’Assessore Massimiliano Ghimenti, volta ad organizzare, 30 minuti prima della partenza della sfida del Monte Serra, una MiniRun introduttiva per tutti i bambini calcesani delle scuole elementari e medie, tutti con il proprio pettorale numero ‘1’ per sancire il messaggio che muoversi fa bene e che loro sono tutti dei ‘numeri uno’. Ovviamente su un percorso ridotto di 400 metri lungo la via Roma (dalla Certosa e ritorno).

Nel 2011 anche la prima vittoria straniera, quella della rumena Ana Nanu mentre tra gli uomini si registra la prima vittoria di un partecipante militare, quale Nello Del Corso (Marina Militare) davanti al greco Ioannis Magkriotelis.

Alcune immagini 5a edizione (2011)

Il Video della 5a edizione del Gran Premio del Monte Serra (2011)

By Belinda Sorice

2012, è l'edizione delle forti emozioni!

Come riporta il Tirreno l'edizione 2012
Il 3 marzo 2012 è l’anno delle forti emozioni! Non solo Romina Sedoni porta il record femminile a 46’34” ed il C.S. Accademia Navale di Livorno di aggiudica il trofeo (dopo 4 edizioni vinte dal Parco Alpi Apuane ed una dalla Pod. Ospedalieri Pisa), ma vince il pisano di Lari Andrea Gesi, nato il 3 marzo 1977 alle ore 15,15 proprio mente il C-130 Vega 10 si schiantava sul monte a pochi km. E' l'edizione del 35° anno: 3 marzo 1977 - 3 marzo 2012 ed Andrea Gesi non era il favorito, ma con lui c'era la spinta di 44 fratelli maggiori.

Tra i partecipanti anche Pietro Pitoia da Potenza, doppio trapiantato d'organo (pancreas e rene) che finisce la sua scalata in bello stile.

Al termine della manifestazione la consueta cerimonia delle premiazioni di atleti e gruppi con l’Ammiraglio dell’Accademia Navale di Livorno, ufficiali della 46° Brigata Aerea e Paracadutisti di Pisa, Presidente Associazione Familiari Vittime del 3 marzo 1977 Ingegner Nicolò Tomatis, Sindaco ed Assessore allo Sport del Comune di Calci e quindi dirigenti dei gruppi podistici ed associazioni di volontariato locale.

Alcune immagini 6a edizione (2012)

2013, l'edizione dei Pisa Road Runners con i record di partecipanti circondati dalla neve.

Epico Monte Serra con la neve e con i Pisa Road Runners in regia a pochi mesi dalla costituzione (aprile 2012). Vincono Ricci e Dondero con le nuove 'aquile' Cerutti e Golisano sul podio. Oltre 300 partecipanti.30 bambini e 275 adulti hanno dato vita ad una bellissima giornata di sport favorita da condizioni meteo ideali. 15 gradi alla partenza dalla Certosa di Calci e ben 8 all’arrivo seppur in una cornice da favola con l’ultimo chilometro imbiancato dalla copiosa neve caduta nei giorni precedenti. Generosa partecipazione di atleti militari e civili toscani e di fuori regione (Liguria, Piemonte, Campania, Basilicata). Sin dalla mattina le operazioni di ‘costruzione’ del percorso e della logistica dell’arrivo sono filate lisce con le iscrizioni e consegne pettorali aperte nell’atrio del Comune di Calci causa vento.

Alle ore 14,30 si è svolta la gioiosa corsa dei bambini delle scuole elementari e medie di Calci, e dei Comuni vicini, di fronte alla Certosa per una 400 metri da correre, ognuno con il proprio pettorale numero ‘uno’.
Alle ore 15,00, alla presenza del Sindaco Bruno Possenti e dell’Assessore allo Sport Massimiliano Ghimenti, nella rinnovata sede stradale della Certosa di Calci, è pertanto partita la settima sfida al più importante monte della provincia con l’obiettivo di arrivare ai piedi del faro monumento dei 44 ragazzi del C-130 Vega 10, qui caduti il 3 marzo 1977 con i 275 iscritti.

La gara è andata all’atleta massese Stefano Ricci, già vincitore due anni fa su questi monti al “Trail di Dante” a San Giuliano Terme, allora davanti al nazionale Francesco Caroni, ha iniziato a staccare i due rappresentanti locali Massimiliano Romei ed Andrea Gesi, metro dopo metro, arrivando in uno scenario lapponico con la neve sui due lati della strada con un vantaggio importante sull’ultima rampa finale di 150 metri che portano al sacrario.

Tra le donne vittoria della ligure Silva Dondero in poco più di 51 minuti con Odette Ciabatti (53’44”) che manteneva così le distanze sulla Megli e vinceva la categoria Ladies.
Primo Veterano Aldo Torracchi (Nuova Atletica Lastra, 45’51”), primo Argento Ennio Carlini (GS Pieve a Ripoli in 51’21”), primo oro Giorgio Fosi (Libertas Siena in 1h07’14”), prima SuperLadies la pisana Flavia Rejec (Team Cellfood, 1h09’48”).
Ben 85 le presenze del Centro Sportivo Accademia Navale di Livorno a fianco dei vincitori del prestigioso Trofeo dei Familiari messo in palio dal gruppo vincitore (l’Accademia Navale nel 2012, la Nuova Atletica Lastra a Signa (FI) davanti a due gruppi locali Pisa Road Runners e La Galla Pontedera. Il premio è stato consegnato dal Presidente dei Familiari Ing. Nicolò Tomatis.

Registriamo la curiosa partecipazione del 70 enne Giorgio Fosi arrivato da Siena con lo scooter per partecipare a questa corsa tutta in salita di 9,266 km. Bene anche Alfredo e Carlo Verna scesi dal Piemonte, come ogni edizione, per ricordare il loro fratello Guido.
Alle premiazioni presenti i rappresentanti dell’Accademia Navale di Livorno e della 46° Brigata Aerea a fianco dei rispettivi gruppi sportivi con il Sindaco e l’Assessore allo Sport del Comune di Calci, Andrea Maggini responsabile della parte tecnica, Vincenzo De Rosa in rappresentanza dei gruppi podistici di supporto e l’Ing. Nicolò Tomatis per i Familiari.

Il Tirreno sull'edizione 2013 del Gran Premio

Il Tirreno sull'edizione 2013

Alcune immagini 7a edizione (2013)

2014: l'edizione della tempesta con i numeri che non ti aspetti. Vincono Mei e Fabbro.

L'arrivo del vincitore Stefano Mei
Incredibile partecipazione nonostante la tormenta all´ottava edizione del Gran Premio del Monte Serra dedicato ai 44 ragazzi del Vega 10: 300 iscritti per 242 arrivati nonostante la pioggia per tutta la gara! E´ stata questa la vittoria più bella per i Familiari e per gli organizzatori che mai si sarebbero aspettati questo risultati finale tenendo conto della situazione meteo che ha visto la gara sempre con la pioggia con un arrivo ai piedi del faro-monumento che ha messo a dura prova l´organizzazione.

Ha vinto, a sorpresa, il neo-nazionale di corsa in montagna Massimo Mei (Atletica Castello) sul già ex-campione del mondo Gabriele Abate. Sin dal terzo chilometro si è subito capito che il ragazzo pistoiese aveva una marcia in più, mentre il recordman della corsa, piemontese della Val Susa del Brooks Team Italia, accusava anche problemi per il troppo freddo. Alle loro spalle il larigiano Andrea Gesi (Team Cellfood), qui vincitore nel 2012), il sorprendente elbano Alessandro Galizzi (Atletica Isola d´Elba) e l´immancabile ed inossidabile Davide Ferrini, compagno di quadra di Gesi. Mei ha chiuso in crescendo chiudendo in 37´43", secondo uomo di sempre a salire il Serra sotto i 38 minuti con Abate che ha chiuso in 40´19" e Gesi in 40´44". Nelle altre categorie hanno prevalso: Alessandro Galizzi (Atletica Isola d´Elba) nei Senior, Aldo Torracchi (Nuova Atletica Lastra) nei Veterani, Aldo Allori (AVIS Perugia) negli Argento e Giuseppe Meini tra gli Oro. Daniele Rigliano (Accademia Navale) ha poi vinto la speciale classifica dei militari uomini (trentesimo assoluto).

Tra le donne torna alla vittoria Rachele Fabbro (G.S. Lammari) qui già vincitrice alla prima edizione nel 2007. Anche lei pistoiese non ha mai avuto problemi a vincere la gara poi chiusa in 48´40" davanti alla giovane promettente Claudia Astrella (50´37", Atletica Castello) ed alla genovese Daniela Olcese (51´25", Maratoneti Genovesi) che ha onorato la presenza dei liguri sul Serra dopo la vittoria della concittadina Silva Dondero nel 2013. Tra le ladies si impone, a parziale sorpresa, Barbara Martini (52´55", La Galla Pontedera Atletica) davanti a Milena Megli ed Odette Ciabatti (ma anche a Cristina Carli seppur di altra categoria). Tra le Superladies vince Lucilla Bonanni e tra le donne militari Paola Tosone (Accademia Navale).

Il Centro Sportivo dell´Accademia Navale è stato il gruppo più numeroso con 87 partecipanti mentre la Nuova Atletica Lastra (245 punti) mantiene il trofeo dei familiari in provincia di Firenze, grazie all´apporto di molti atleti pistoiesi nel team. Secondo team arrivato il gruppo dell´Atletica Isola d´Elba (135 punti). Terzi i Pisa Road Runners.

Per la prima volta premiati anche i calcesani primi arrivati tra coloro che si sono pre-iscritti entro le 24,00 del giovedì 27 febbraio come da regolamento. Le targhe sono state appannaggio di Ramona Cei e Giuseppe Viola.

Le premiazioni, visti i disagi operativi meteo, si sono svolte all´interno del ristorante I Cristalli alla presenza delle autorità civili di Calci (Sindaco Bruno Possenti ed Assessore allo Sport Massimiliano Ghimenti) e militari (Accademia Navale e 46a Brigata Aerea), i rappresentanti dei familiari con in testa il Presidente Ingegner Nicolò Tomatis ed i gruppi co-organizzatori che hanno premiato con i loro rappresentanti i vari classificati delle varie categorie.

Un ringraziamento va agli immensi volontari di sabato che fermi, infreddoliti, bagnati ed infangati, non hanno fatto mancare il loro apporto in nome dei partecipanti e dei familiari dei ragazzi del Vega 10. Ecco che il più grosso ringraziamento va al Marathon Club, Podistica Ospedalieri, Le Sbarre Cascina, Pisa Road Runners, I Passi, Carabinieri in Congedo Calci, GVA Calci e Misericordia di Calci. Poi va ai responsabili di area che si non si sono risparmiati a partire da Giovanni Macelloni, Marcello Bassi, Domenico Salvucci, Simone Ferrisi, Giuseppe D´Angelo, Sergio Costanzo, Roberto Tarfano ed Andrea Maggini che hanno lavorato nei giorni precedenti o si sono trovati nei momenti più critici del sabato. Un grazie ai Familiari che danno la forza agli organizzatori per portare a compimento questo sforzo, che poi è il loro e per il quale vengono ripagati dalla loro felicità. Quindi a tutti i partecipanti che non finiremo di ringraziare e che riteniamo ´eroici´. Infine alle Istituzioni, a partire dal Comune di Calci ed alla macchina comunale con la Polizia Municipale interamente schierata, la Provincia di Pisa, il Comune di Buti, l´Accademia Navale di Livorno, la 46a Brigata Aerea e gli Sponsor che ci hanno supportato con il loro contributo: Brooks Italia, Nencini Sport, GMB, Cantine Faraoni di Lamporecchio e Fratelli Pazzaglia.

Alcune immagini tra le rappresentative dell´edizione 2014

Le immagini della nona edizione (28 febbraio 2015)

Le foto della nona edizione con 330 partecipanti e le vittorie di Massimo Mei (per il secondo anno consecutivo) e Claudia Astrella compagni di squadra dell´Atletica Castello e della Nuova Lastra a Signa per il Trofeo dei Familiari.

Le immagini della decima edizione (5 marzo 2016)

Decima edizione e nonostante la pioggia battente, oltre 300 partecipanti non rinunciano alla disfida ed all´edizione epica che sarà resa ancor di più immortale dalle condizioni estreme. Al via anche l´organizzatore storico, Andrea Maggini che con il pettorale numero 44, onora il ricordo dei 44 ragazzi del Vega 10. Vittorie a Gesi e Mugno e Trofeo al GS Orecchiella mentre l´Accademia Navale di Livorno ha schierato ben 115 cadetti/e. Il resto, parlano i giornali e le foto di questa nuova impresa.

Undicesima edizione (4 marzo 2017): le immagini

2018: terzo anno di tempesta ma con nuovi incredibili record di partecipazione.

13th Gran Premio del Monte Serra - 2 Marzo 2019

13th GP del Monteserra Ragazzi del Vega 10. ISCRIZIONI CHIUSE!!!
Non è più possibile iscriversi.
Con le ultime liste (Golfo dei Poeti, GSM Antraccoli, La Galla Pontedera Atletica e Rossini) di fatto si è raggiunta quota 550 partecipanti. Si chiudono qui le iscrizioni online ed offline (moduli, individuali e gruppi), mantenendo solo una finestra aperta per i partecipanti al Criterium Podistico Toscano che sabato si dovranno palesare come iscritti nelle liste del CPT2019.
Vista l'ondata anomala che ci ha travolto, stiamo producendo più medaglie per soddisfare tutti i partecipanti.
Daremo le 500 maglie della presente edizione ai primi 500 che si presenteranno direttamente ai tavoli. Agli altri verrà consegnata una maglia delle edizioni precedenti ed un altro gadget. Scusateci ma ... anche grazie!

Logo edizione 2018

Dimensione: 17,80 KB
Dimensione: 30,50 KB
Dimensione: 671,67 KB

Altimetria Gran Premio

Dimensione: 152,48 KB

Contatti

form di richiesta informazioni
I campi in grassetto sono obbligatori.
Informativa privacy
POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE

Titolare e responsabile del trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento è La Pisa Road Runners Club ASD (di seguito PRRC) in persona del suo legale rappresentante pro tempore con sede legale c/o Studio Commerciale Cambi Toscano - Via Renato Fucini 49 - 56100 Pisa (PI) - P.I. 02050770508

Rispetto della Privacy

La PRRC rispetta la privacy dei propri utenti e si impegna a proteggere i dati personali che gli stessi gli conferiscono. In generale, l’utente può navigare sul sito web dell’Istituto senza fornire alcun tipo di informazione personale. La raccolta e il trattamento dei dati personali avvengono, se necessario, in relazione all’esecuzione di servizi richiesti dall’utente, o quando l’utente stesso decide di comunicarlo; in tali circostanze la presente politica della privacy illustra le modalità e i caratteri di raccolta e trattamento dei dati personali dell’utente.

La PRRC tratta i dati personali forniti in conformità alla normativa vigente.

Raccolta di Dati Personali

Per “dati personali” s’intende qualsiasi informazione che possa essere impegnata per identificare un individuo, una società o altro ente. A titolo puramente esemplificativo e non esaustivo viene raccolto ad esempio il nome e il cognome, l’indirizzo di posta elettronica [e-mail], l’indirizzo, un recapito postale o altro recapito di carattere fisico, la qualifica, la data di nascita, il genere, il lavoro, l’attività commerciale, gli interessi personali e le altre informazioni necessarie per la prestazione dei servizi richiesti e per contattare l’utente.

Dati di navigazione

La navigazione sul sito può avvenire in forma anonima.

Per la navigazione in aree riservate l’utente avrà la possibilità di salvare le proprie credenziali (identificativo assegnato dall’amministratore del sistema con cui è avvenuta la registrazione e la password inviata all’indirizzo e-mail del richiedente della quale l’amministratore del sito non è a conoscenza).

A tal proposito si precisa che la scuola non compie operazioni di raccolta dati dell’utente con modalità automatiche, incluso l’indirizzo di posta elettronica [email].

La PRRC nel rispetto della normativa vigente in tema di tutela di dati personali, al solo fine di avere contezza dell’area visitata e della durata della visita stessa, può registrare l’indirizzo IP dell’utente (Internet Protocol, vale a dire l’indirizzo Internet del computer dell’utente). In questo caso i dati verranno utilizzati esclusivamente per ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e controllarne il corretto funzionamento e verranno cancellati immediatamente dopo l’operazione. I dati, tuttavia, possono essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità nell’ipotesi di reati informatici ai danni del sito; ciò, ad eccezione dei casi in cui si tratti di un utente registrato che abbia ricevuto la preventiva informativa e che abbia prestato il proprio consenso al trattamento, avverrà comunque senza mettere in relazione l’indirizzo IP dell’utente con altre informazioni personali relative allo stesso. Come molti altri siti web aventi carattere e contenuto indirizzato ai servizi, il sito della scuola può impiegare una tecnologia standard chiamata “cookie” per raccogliere informazioni sulle modalità di uso del sito da parte dell’utente. Per ulteriori informazioni, l’utente è invitato a consultare la sezione “Cookies”.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’Istituto, per consentire l’accesso alle aree riservate, raccoglie i dati personali dell’utente in occasione della sua registrazione e, al fine di attivare un account, assegna un CODICE UTENTE e una password, necessari per usufruire di determinati prodotti o servizi offerti dalla scuola. In particolare la registrazione è necessaria per partecipare al forum, per usufruire di chat, per inviare messaggi ad altri iscritti, per inserire commenti alle notizie, quando l’utente chieda di ricevere determinate e-mail, di essere inserito in una mailing-list o quando l’utente, per qualsiasi altra ragione, comunica i propri dati alla scuola. Quest’ultima usa tali informazioni solamente ove le stesse siano state legittimamente raccolte in conformità alla presente Policy e nel rispetto della normativa vigente. Si ribadisce che alcuni servizi web del sito prevedono l’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica; ciò comporta acquisizione dell’indirizzo del mittente (necessario per rispondere alle richieste) e degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi (disclaimer) possono essere visualizzate con apposito link nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta (come la pagina contatti). E’ inoltre indicato il trattamento di dati sensibili o giudiziari forniti dall’utente nel corpo della mail.

Comunicazione di Dati Personali

In caso di raccolta di dati personali, la PRRC informerà l’utente sulle finalità della raccolta al momento della stessa e, ove necessario, richiederà il consenso dell’utente. La scuola, salvo quanto di seguito previsto nella Sezione “Ambito di Comunicazione e Diffusione di Dati Personali”, non comunicherà i dati personali dell’utente a terzi senza espresso consenso. Se l’utente decide di fornire alla scuola i propri dati personali, gli stessi potranno essere comunicarli all’interno dell’Istituto o a terzi che prestano servizi alla scuola, ovviamente nel rispetto delle vigenti disposizioni (si veda a tal proposito informativa privacy pubblicata sul sito). la PRRC invierà all’utente eventuale materiale relativo ad attività di informazione e a ricerche di mercato solo dopo averlo informato e averne ottenuto il consenso.

Cookies

Un cookie è un piccolo file di testo che alcuni siti web inviano all’hard drive dell’utente in occasione della visita al sito. Un cookie può contenere informazioni quali un ID dell’utente che il sito usa per controllare le pagine visitate; si precisa, tuttavia, che le uniche informazioni di carattere personale che un cookie può contenere sono quelle fornite dall’utente stesso. Un cookie non può leggere i dati presenti sull’hard disk dell’utente o leggere i cookies creati da altri siti. Alcune aree del sito dell’Istituto impiegano cookies per registrare le modalità di navigazione degli utenti sul sito. L’Istituto si serve di cookies per determinare il grado di utilità delle informazioni che fornisce ai propri utenti e per verificare l’efficacia della struttura di navigazione del sito in relazione al supporto di aiuto offerto all’utente per ottenere quell’informazione. Se l’utente non desidera ricevere cookies durante la navigazione sul sito, può programmare il proprio browser in modo da essere avvertito prima di accettare cookies e rifiutarli quando il browser avvisa della loro presenza. L’utente può anche rifiutare tutti i cookies disattivandoli nel proprio browser, anche se in tal modo non sarebbe poi in grado di sfruttare in pieno i servizi del sito. In particolare, all’utente potrebbe essere chiesto di accettare cookies al fine di compiere determinate operazioni. Tuttavia, non è necessario che l’utente accetti tutti i cookies per usare/navigare in molte aree del sito, salvo il caso in cui, per l’accesso a specifiche pagine web, siano necessari la registrazione e una password.

Finalità e Modalità di trattamento dei Dati Raccolti

la PRRC tratta i dati personali dell’utente per le seguenti finalità di carattere generale: per soddisfare le richieste a specifici prodotti o servizi, per personalizzare la visita al sito, per aggiornare l’utente in relazione ai servizi della scuola o ad altre informazioni di suo interesse (provenienti direttamente dell’Istituto o dai suoi partners), per comprendere meglio i bisogni dell’utente e offrire allo stesso servizi migliori. Il trattamento di dati personali da parte dell’Istituto per le finalità sopra specificate avviene in conformità alla normativa vigente in materia di privacy.

Ambito di comunicazione e diffusione di dati personali

I dati personali non vengono comunicati al di fuori della realtà dell’Istituto senza il consenso dell’interessato, salvo quanto in seguito specificato. Nell’ambito dell’organizzazione della scuola, i dati sono conservati in server controllati cui è consentito un accesso limitato in conformità alla normativa vigente. la PRRC può comunicare i dati personali dell’utente a terzi in uno dei seguenti casi: quando l’interessato abbia prestato il proprio consenso alla comunicazione; quando la comunicazione sia necessaria per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente; quando la comunicazione sia necessaria in relazione a terzi che lavorano per conto dell’Istituto per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente (la scuola comunicherà a questi ultimi solo le informazioni che si rendono necessarie in relazione alla prestazione del servizio, senza che i dati possano essere trattati per finalità diverse); per fornire le informazioni necessarie e relative all’Istituto stesso, nonché agli altri enti ad esso collegati (in qualsiasi momento l’utente potrà richiedere di non ricevere più tale tipo di comunicazioni). la PRRC inoltre divulgherà i dati personali dell’utente nel caso in cui ciò sia richiesto dalla legge.

Diritti dell’utente; User Account

Se l’utente è registrato, per richiedere la cancellazione del proprio account o qualsiasi altro proprio dato personale deve inviare una mail al responsabile della gestione/aggiornamento del sito.

Sicurezza dei dati

Le informazioni dell’account sono protette da una password per garantire la riservatezza e la sicurezza dell’utente. la PRRC adotta tutte le misure di sicurezza e le procedure fisiche, elettroniche e organizzative richieste dalla normativa vigente. Anche se la scuola fa quanto ragionevolmente possibile per proteggere i dati personali dell’utente, la stessa non può garantire la completa totale sicurezza dei dati personali dell’utente durante la comunicazione. A tal proposito la PRRC invita l’utente ad adottare tutte le misure precauzionali per proteggere i propri dati personali quando naviga su Internet. L’utente, ad esempio, è invitato a cambiare spesso la propria password (che preferibilmente dovrà essere composta da una combinazione di lettere e numeri) e ad assicurarsi di fare uso di un browser sicuro.

Minori e privacy

Il sito web della PRRC è pensato per un utilizzo anche da parte di minori di 18 anni in quanto presenta contenuti puramente didattici e culturali. Quindi la scuola, in fase di iscrizione al sito, non richiede la maggiore età dell’utente.

Siti di terzi

Il sito web dell’Istituto può contenere links ad altri siti. La scuola non condivide i dati personali dell’utente con questi siti e non è responsabile delle pratiche degli stessi in relazione alla tutela e al trattamento di dati personali. La PRRC invita l’utente a prendere visione della politica della privacy di tali siti per conoscerne le modalità di trattamento e raccolta dei dati personali.

Modifiche della politica della privacy

La PRRC in relazione all’evoluzione della normativa, potrà modificare la presente policy della privacy, dandone adeguata comunicazione attraverso la pubblicazione sul sito.
Informativa privacy aggiornata il 22/12/2022 11:50
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh


Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
cookie