16 Giugno 2024

Garda Trentino Trail (Ledro) 44km nel racconto di Vittorio Gazzini

LEDRO TRAIL 44km 2400 D+
Non mi dilungherò sulle motivazioni che mi hanno portato a partecipare al Ledro Trail perché ci vorrebbe
un’enciclopedia, fatto sta che la gara avrebbe concluso un trimestre non indifferente per me, iniziato con la
Marble Hero a febbraio, continuando con le maratone di Bologna e Milano, le mezze maratone di Prato e
Lucca. Se penso che la prima volta che uscii di casa per correre fu esattamente due anni fa, sono stupito di
quanta strada ho percorso (soprattutto perché fino a 6 mesi fa manco avevo preso in considerazione di correre
più di 21 km). Ma torniamo al trail…
Da oltre una settimana tenevo d’occhio le previsioni meteo, ben sapendo che comunque sono poco attendibili,
ma con il passare dei giorni continuavano ad indicare pioggia per il 20 maggio, così ho preparato il mio zaino di
conseguenza (nel dubbio avevo anche una maglia termica perché se piove in montagna, tanto caldo non fa):
alla fine penso di aver controllato una decina di volte cosa ci fosse nello zaino perché non avrei voluto farmi
trovare impreparato.
Il sabato mattina mi reco con largo anticipo ad Arco per il ritiro del pettorale perché conoscendo il posto
sapevo che sarebbe stato ostico trovare un parcheggio, ritiro il pacco gara e vado al ritrovo per la navetta
(l’arrivo era ad Arco, ma la partenza a Molina di Ledro): ne approfitto per dormire 20 minuti durante il tragitto
sulla corriera e mi sveglio poco prima di arrivare a destinazione. Avevo lasciato un cielo nuvoloso e ne ritrovo
uno piovigginoso. Poco alla volta arrivano tutte le navette e la gente comincia a sparpagliarsi sotto gli alberi per
ripararsi un po’ dalla pioggia: alle 11:20 veniamo invitati a presentarci in griglia e mi posiziono in fondo, sia
perché a me sarebbe bastato arrivare (nel tempo limite) sia perché non avevo mai fatto una distanza simile in
montagna (3 settimane prima avevo percorso 35 km con un dislivello di 1300 m, ma il meteo era
completamente diverso).
Inizia il conto alla rovescia e alle 11:30 ecco che arriva lo sparo…
Parto pianissimo perché, avendo visto il percorso pubblicato dagli organizzatori, so che dopo 2 km inizia già la
prima sfida, ovvero 10 km di salita con un dislivello positivo di 1200 m: immediatamente il gruppo si allunga e
diventa una fila indiana dove sorpassare diventa un’impresa visto che il sentiero era stretto e permetteva il
passaggio di una sola persona. Quando il percorso lo permetteva, ovvero quando il sentiero terminava su una
strada sterrata e ci veniva permesso di “riposare le gambe”, subito si allungava il passo per cercare di prendere
il proprio ritmo. La salita è stata lunga con alcuni passaggi particolari che richiedevano un maggiore impegno,
ma in questi casi era sempre presente del personale per aiutare chi ne avesse avuto bisogno (anche se ho il
dubbio che fossero lì anche per raccattare chi fosse ruzzolato a valle).
Il paesaggio che si vedeva dalla cima, da dove si scorgeva il Lago di Ledro circondato dalle montagne, era
qualcosa di veramente spettacolare: tutto il gruppo in cui ero ha rallentato per ammirarlo.
Poco dopo aver superato la cima ecco il comparire il primo ristoro: mentre mi avvicinavo nella mia testa mi
vedevo riempire le camel bag e ripartire ma mi sono smentito da solo quando ho visto i tavoli e i volontari che
si indaffaravano a preparare panini e tagliare frutta. Non avrei mai voluto mancar loro di rispetto negando il
panino con il salame che mi offrivano, il parmigiano, la frutta fresca e secca, le bevande che continuavano a
versare senza sosta nei bicchieri dei corridori. Così la mia ipotetica pausa veloce si è trasformata in una pausa di
una decina di minuti, ma alla fine sono riuscito a staccarmi da quei tavoli e a ripartire.
Come ho detto l’obiettivo era stare nel tempo massimo e sapevo che era presente un unico cancello al km 24:
inizialmente il tempo concesso era di 4h45min per raggiungerlo, ma prima della partenza il tempo a
disposizione è stato allungato di mezz’ora. Ho capito il perchè della decisione nella prima lunga discesa sull’altro versante del monte: tornando ad una quota in cui era presente la vegetazione e dovendo attraversare
i boschi, il sentiero si era trasformato in una palude di fango. Chi come me sperava di recuperare qualcosa
facendo delle discese a scavezzacollo, è rimasto deluso.. in alcuni punti sono andato più piano che in salita
perché temevo di farmi male visti la pendenza e il terreno. Nel bosco si sentiva spesso urlare “basta fango” da
diverse persone: alla pioggia ormai non pensava più nessuno!
Arrivo al secondo ristoro nonché cancello della gara: altro giro, altra mangiata… come per il primo, non volevo
mancare di rispetto all’organizzazione non fermandomi a mangiare e bere, non sapendo che dopo solo 4 km
avrei trovato anche il baracchino in cui davano polenta e birra: da persona educata qual sono mi sono fermato
anche lì!
Una volta ripartito mi ripetevo che il più era fatto, giusto per incentivarmi perché le gambe iniziavano ad essere
stanche: mi restava solo una salita lunga da fare e poi sarebbe stata tutta discesa… ecco, pure su questo
sbagliavo perché a 2 km dalla fine un volontario mi ha indicato una strada in salita, che ad essere sincero non
era lunghissima (anche se sempre 1 km era) ma che dopo 43 km si è fatta sentire! Ma naturalmente prima di
arrivarci sono passato anche dal terzo ristoro ufficiale e anche lì mi sono comportato da persona educata!
Superata l’ultima salita è stata una volata fino al traguardo dove mi aspettavano i miei bimbi che mi hanno
accompagnato gli ultimi metri: quei soli 20 m insieme sono valsi le quasi 8 ore precedenti! Arrivare con loro che
mi incitavano e che correvano con me ridendo è stata un’emozione fantastica.
Concludo dicendo che l’intera corsa è stata un’avventura, che mi sono goduto per tutta la lunghezza e la
durata… e comunque le 8 ore in realtà sarebbero state 7 se non ci fossero stati quei ristori, quei maledetti
(mica tanto) ristori.

Fonte: Vittorio Gazzini
Francesco 26-05-2023
Rispetto per i ristori
Sei stato molto bravo e sicuramente molto rispettoso ��



POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE

Titolare e responsabile del trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento è La Pisa Road Runners Club ASD (di seguito PRRC) in persona del suo legale rappresentante pro tempore con sede legale c/o Studio Commerciale Cambi Toscano - Via Renato Fucini 49 - 56100 Pisa (PI) - P.I. 02050770508

Rispetto della Privacy

La PRRC rispetta la privacy dei propri utenti e si impegna a proteggere i dati personali che gli stessi gli conferiscono. In generale, l’utente può navigare sul sito web dell’Istituto senza fornire alcun tipo di informazione personale. La raccolta e il trattamento dei dati personali avvengono, se necessario, in relazione all’esecuzione di servizi richiesti dall’utente, o quando l’utente stesso decide di comunicarlo; in tali circostanze la presente politica della privacy illustra le modalità e i caratteri di raccolta e trattamento dei dati personali dell’utente.

La PRRC tratta i dati personali forniti in conformità alla normativa vigente.

Raccolta di Dati Personali

Per “dati personali” s’intende qualsiasi informazione che possa essere impegnata per identificare un individuo, una società o altro ente. A titolo puramente esemplificativo e non esaustivo viene raccolto ad esempio il nome e il cognome, l’indirizzo di posta elettronica [e-mail], l’indirizzo, un recapito postale o altro recapito di carattere fisico, la qualifica, la data di nascita, il genere, il lavoro, l’attività commerciale, gli interessi personali e le altre informazioni necessarie per la prestazione dei servizi richiesti e per contattare l’utente.

Dati di navigazione

La navigazione sul sito può avvenire in forma anonima.

Per la navigazione in aree riservate l’utente avrà la possibilità di salvare le proprie credenziali (identificativo assegnato dall’amministratore del sistema con cui è avvenuta la registrazione e la password inviata all’indirizzo e-mail del richiedente della quale l’amministratore del sito non è a conoscenza).

A tal proposito si precisa che la scuola non compie operazioni di raccolta dati dell’utente con modalità automatiche, incluso l’indirizzo di posta elettronica [email].

La PRRC nel rispetto della normativa vigente in tema di tutela di dati personali, al solo fine di avere contezza dell’area visitata e della durata della visita stessa, può registrare l’indirizzo IP dell’utente (Internet Protocol, vale a dire l’indirizzo Internet del computer dell’utente). In questo caso i dati verranno utilizzati esclusivamente per ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e controllarne il corretto funzionamento e verranno cancellati immediatamente dopo l’operazione. I dati, tuttavia, possono essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità nell’ipotesi di reati informatici ai danni del sito; ciò, ad eccezione dei casi in cui si tratti di un utente registrato che abbia ricevuto la preventiva informativa e che abbia prestato il proprio consenso al trattamento, avverrà comunque senza mettere in relazione l’indirizzo IP dell’utente con altre informazioni personali relative allo stesso. Come molti altri siti web aventi carattere e contenuto indirizzato ai servizi, il sito della scuola può impiegare una tecnologia standard chiamata “cookie” per raccogliere informazioni sulle modalità di uso del sito da parte dell’utente. Per ulteriori informazioni, l’utente è invitato a consultare la sezione “Cookies”.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’Istituto, per consentire l’accesso alle aree riservate, raccoglie i dati personali dell’utente in occasione della sua registrazione e, al fine di attivare un account, assegna un CODICE UTENTE e una password, necessari per usufruire di determinati prodotti o servizi offerti dalla scuola. In particolare la registrazione è necessaria per partecipare al forum, per usufruire di chat, per inviare messaggi ad altri iscritti, per inserire commenti alle notizie, quando l’utente chieda di ricevere determinate e-mail, di essere inserito in una mailing-list o quando l’utente, per qualsiasi altra ragione, comunica i propri dati alla scuola. Quest’ultima usa tali informazioni solamente ove le stesse siano state legittimamente raccolte in conformità alla presente Policy e nel rispetto della normativa vigente. Si ribadisce che alcuni servizi web del sito prevedono l’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica; ciò comporta acquisizione dell’indirizzo del mittente (necessario per rispondere alle richieste) e degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi (disclaimer) possono essere visualizzate con apposito link nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta (come la pagina contatti). E’ inoltre indicato il trattamento di dati sensibili o giudiziari forniti dall’utente nel corpo della mail.

Comunicazione di Dati Personali

In caso di raccolta di dati personali, la PRRC informerà l’utente sulle finalità della raccolta al momento della stessa e, ove necessario, richiederà il consenso dell’utente. La scuola, salvo quanto di seguito previsto nella Sezione “Ambito di Comunicazione e Diffusione di Dati Personali”, non comunicherà i dati personali dell’utente a terzi senza espresso consenso. Se l’utente decide di fornire alla scuola i propri dati personali, gli stessi potranno essere comunicarli all’interno dell’Istituto o a terzi che prestano servizi alla scuola, ovviamente nel rispetto delle vigenti disposizioni (si veda a tal proposito informativa privacy pubblicata sul sito). la PRRC invierà all’utente eventuale materiale relativo ad attività di informazione e a ricerche di mercato solo dopo averlo informato e averne ottenuto il consenso.

Cookies

Un cookie è un piccolo file di testo che alcuni siti web inviano all’hard drive dell’utente in occasione della visita al sito. Un cookie può contenere informazioni quali un ID dell’utente che il sito usa per controllare le pagine visitate; si precisa, tuttavia, che le uniche informazioni di carattere personale che un cookie può contenere sono quelle fornite dall’utente stesso. Un cookie non può leggere i dati presenti sull’hard disk dell’utente o leggere i cookies creati da altri siti. Alcune aree del sito dell’Istituto impiegano cookies per registrare le modalità di navigazione degli utenti sul sito. L’Istituto si serve di cookies per determinare il grado di utilità delle informazioni che fornisce ai propri utenti e per verificare l’efficacia della struttura di navigazione del sito in relazione al supporto di aiuto offerto all’utente per ottenere quell’informazione. Se l’utente non desidera ricevere cookies durante la navigazione sul sito, può programmare il proprio browser in modo da essere avvertito prima di accettare cookies e rifiutarli quando il browser avvisa della loro presenza. L’utente può anche rifiutare tutti i cookies disattivandoli nel proprio browser, anche se in tal modo non sarebbe poi in grado di sfruttare in pieno i servizi del sito. In particolare, all’utente potrebbe essere chiesto di accettare cookies al fine di compiere determinate operazioni. Tuttavia, non è necessario che l’utente accetti tutti i cookies per usare/navigare in molte aree del sito, salvo il caso in cui, per l’accesso a specifiche pagine web, siano necessari la registrazione e una password.

Finalità e Modalità di trattamento dei Dati Raccolti

la PRRC tratta i dati personali dell’utente per le seguenti finalità di carattere generale: per soddisfare le richieste a specifici prodotti o servizi, per personalizzare la visita al sito, per aggiornare l’utente in relazione ai servizi della scuola o ad altre informazioni di suo interesse (provenienti direttamente dell’Istituto o dai suoi partners), per comprendere meglio i bisogni dell’utente e offrire allo stesso servizi migliori. Il trattamento di dati personali da parte dell’Istituto per le finalità sopra specificate avviene in conformità alla normativa vigente in materia di privacy.

Ambito di comunicazione e diffusione di dati personali

I dati personali non vengono comunicati al di fuori della realtà dell’Istituto senza il consenso dell’interessato, salvo quanto in seguito specificato. Nell’ambito dell’organizzazione della scuola, i dati sono conservati in server controllati cui è consentito un accesso limitato in conformità alla normativa vigente. la PRRC può comunicare i dati personali dell’utente a terzi in uno dei seguenti casi: quando l’interessato abbia prestato il proprio consenso alla comunicazione; quando la comunicazione sia necessaria per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente; quando la comunicazione sia necessaria in relazione a terzi che lavorano per conto dell’Istituto per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente (la scuola comunicherà a questi ultimi solo le informazioni che si rendono necessarie in relazione alla prestazione del servizio, senza che i dati possano essere trattati per finalità diverse); per fornire le informazioni necessarie e relative all’Istituto stesso, nonché agli altri enti ad esso collegati (in qualsiasi momento l’utente potrà richiedere di non ricevere più tale tipo di comunicazioni). la PRRC inoltre divulgherà i dati personali dell’utente nel caso in cui ciò sia richiesto dalla legge.

Diritti dell’utente; User Account

Se l’utente è registrato, per richiedere la cancellazione del proprio account o qualsiasi altro proprio dato personale deve inviare una mail al responsabile della gestione/aggiornamento del sito.

Sicurezza dei dati

Le informazioni dell’account sono protette da una password per garantire la riservatezza e la sicurezza dell’utente. la PRRC adotta tutte le misure di sicurezza e le procedure fisiche, elettroniche e organizzative richieste dalla normativa vigente. Anche se la scuola fa quanto ragionevolmente possibile per proteggere i dati personali dell’utente, la stessa non può garantire la completa totale sicurezza dei dati personali dell’utente durante la comunicazione. A tal proposito la PRRC invita l’utente ad adottare tutte le misure precauzionali per proteggere i propri dati personali quando naviga su Internet. L’utente, ad esempio, è invitato a cambiare spesso la propria password (che preferibilmente dovrà essere composta da una combinazione di lettere e numeri) e ad assicurarsi di fare uso di un browser sicuro.

Minori e privacy

Il sito web della PRRC è pensato per un utilizzo anche da parte di minori di 18 anni in quanto presenta contenuti puramente didattici e culturali. Quindi la scuola, in fase di iscrizione al sito, non richiede la maggiore età dell’utente.

Siti di terzi

Il sito web dell’Istituto può contenere links ad altri siti. La scuola non condivide i dati personali dell’utente con questi siti e non è responsabile delle pratiche degli stessi in relazione alla tutela e al trattamento di dati personali. La PRRC invita l’utente a prendere visione della politica della privacy di tali siti per conoscerne le modalità di trattamento e raccolta dei dati personali.

Modifiche della politica della privacy

La PRRC in relazione all’evoluzione della normativa, potrà modificare la presente policy della privacy, dandone adeguata comunicazione attraverso la pubblicazione sul sito.
Informativa privacy aggiornata il 22/12/2022 11:50
torna indietro leggi POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
 obbligatorio
generic image refresh


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie