05 Giugno 2020

Elena Sabini: sboccia una stellina!

18-02-2016 00:44 - Aquile Affiliate: biografie, annual report, etc
E´ raro che io esalti una persona ma quando lo faccio è perché la ritengo meritevole a tutto tondo.
Personalmente, come allenatore del livello 1 del terzo corso running, non avevo il polso della situazione dei livelli superiori salvo report generici degli altri tecnici. Con 150 persone al via non è stato facile però ricordo Mirco che già a settembre ed ottobre mi parlava di ragazzi interessanti e volenterosi del livello 3 ed in particolar modo una ragazza. Arriviamo a metà novembre con i test a San Giuliano Terme, inizio ad inquadrare meglio Elena Sabini e vedo che con costanza, corre serenamente ma ovviamente la aspetto al varco.
Mezzamaratona di Pisa di dicembre, credo non la sua prima, e la chiude in 1h38´. Buonissimo esordio ritengo io.
Poi passiamo alle ripetute in salita alle Capanne. Lei nel frattempo aveva deciso di tesserarsi con noi, scopro che era stata già ´corteggiata´ da un altro team pisano e che conosce bene la Raffaella con la quale lavora in Ospedale. E qui succede quello che raramente ho visto. Aldilà delle capacità atletiche, e potenzialità incredibili, scopro un passato di Elena su facebook da non-sportiva ed un presente di ragazza della zona di Borgo Val di Taro, con la testa sulle spalle. Seria, scrupolosa, carina ed educata. Gentile nei modi e con tanta classe da vendere ... sia come persona che come gesto atletico.
Elena è fatta della stessa pasta di altre due donne ´aquile´ del nord, la novarese Isabella Cerutti e la trentina Viviana Marchi. Splendide Donne, serie e scrupolose lavoratrici (chi in Ospedale chi al CNR) e splendide atlete.
Ecco, vado orgoglioso di queste figure perché sono i veri esempi che noi ammiriamo e seguiamo.
E ci piace esaltare le loro peculiarità poiché le persone, i nostri associati, dovrebbero sempre più assomigliare a queste donne ed imparare a come fare sport, essere forti e rimanere con i piedi ben piantati per terra!
L´unico avvertimento e consiglio che oso dare ad Elena è quello di non esagerare.
Al contrario di tante persone, non è la pigrizia a difettarle, ma il rischio del sovrallenamento senza il necessario recupero per adattamenti osteoarticolari. Il mio compito è solo questo, il resto ... sarà lei a decidere quando e come allenarsi.
Ma la domanda è, perché vi parlo di questo?
Semplice: in poche ore Elena è passata dal terzo posto (con podio) di categoria alla corsa di Pappiana, l´esordio del Criterium il sabato pomeriggio al secondo posto assoluto la domenica mattina al Vertical Faeta dietro solo a Luana Righetti.
E chi ben comincia ...
Brava Elena ed avanti così!

Fonte: Andrea Maggini



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account