18 Giugno 2024

Il Night Trail del venerdì; ma messo in scena di giovedì.

L´enciclopedia Treccani definisce questa particolare forma d´arte itinerante come l´anello di congiunzione tra la pluricentenaria e blasonata Arrancata e il più selvaggio Trail; è stata pensata, voluta e creata da Alessio Sbranex Sbrana, ottimo e abbondante personaggio tra quelli, in forza ai Pisa Road Runners, affetti da personalità stroboscopica, nella variegata fauna del podismo pisano.

> Ormai giunto alla sua quarta edizione, questo allenamento a cazzo di cinghiale, praticato sui Monti Pisani spaccaossa, per tanti (in realtà si contano sulle dita di una mano), è diventato l´appuntamento al buio tanto atteso del venerdì: classico ritrovo al parcheggio ACI alle 20:00. (E dove sennò...)
> Stasera, tuttavia, è il 20 novembre 2014, come non detto... causa i molteplici impegni dei diversi soci fondatori, tanto per essere incoerenti fino all´inverosimile, cade di giovedì.

> Quindi giovedì, alle 20, al parcheggio ACI?
> Noooooo; seeeeeeeeeeee... alle 20,30!; per via della prima mistica seduta di mindfulness presso il CNR per due dei suoi frequentatori abituali (Sbranex e il Capraia, un tempo compagni di banco alle elementari, oggi compagni di merende notturne su e giù per i monti mentre i cinghiali gli fanno "ciao").
> Nel novero di pionieri di questo fantastico appuntamento settimanale vi sono altri personaggi illustri che, con il tempo e, soprattutto con le cazzate che in questi frangenti nascono come funghi dopo giorni e giorni di pioggia, hanno assunto un ruolo fondamentale nella struttura dello zoccolo duro della mistica attività; e, sempre a forza di cazzate, hanno anche avuto un nome di... - mi verrebbe da dire "battaglia" ma la similitudine con la Battaglia sarebbe troppo scontata e pret a porter per serie infinite di ping pong di commenti e battute troppo facili e scontate e, quindi, non lo userò; però, per assonanza, userò "frattaglia" o "boscaglia", tirando a sorte con la monetina - ...nome di boscaglia: c´è, ad esempio, "l´Infame"... detta anche "quellachenoncivolepiu´bbene", alias Valentina Damiani, alias "lamadonnadifatima", perché appare e scompare ma si spera sempre che ritorni prima o poi; c´è la "Zzzinghera trentina" (detta anche la Sciagattata, la Ritardataria, la Gonfia, la Sniffazampironi) - Viviana - che si presenta regolarmente in ritardo, che spara cazzate a raffica, che intossica i compagni d´avventura con zenzero avariato, e molesta il gruppo ripetendo fino allo sfinimento, in un rito tutto suo dai tratti psicotico-ossessivo compulsivi, che "in cielo si vede il cacciatore, siiiii... Che figata, guardate che bello il cacciatore... Si vede si vede, stasera si vede bene, guardate..." e, talvolta, va disattivata a sassate nel capo.

> Poi c´è Salvatore, il figlio ritrovato del Capraia, ormai per tutti "il Pelli", piccolo grande uomo d´altri tempi; omino tutto d´un pezzo, proporzionato e confortevole. Di lui si ricordano i sani principi e la misura nella scelta quali-quantitativa delle parole: non è mai inopportuno, mai una parola fuori posto o fuori tempo, non si sbilancia mai; o forse sarebbe più corretto dire quasi... mai.
> Di lui, per l´appunto, si conserva gelosamente nell´archivio segreto di questi corridori templari, un commento in Night Trail Chat che non può e non deve essere dimenticato. Qui si apre una parentesi perché c´è da dire che c´è "vita night Trail" anche durante la settimana: in chat privè ci si scambiano ricette, consigli, incoraggiamenti, pareri anche seri, foto, battute, report sulle inutili imprese individuali, consulenze professionali eccetera eccetera; ma, è del Pelli la richiesta di pareri che più mi piace e non posso esimermi da immortalarla qui per la gioia di tutti e anche dei posteri... Perché questa è poesia che parte dalla pancia e arriva diretta al cuore, è un concentrato un po´ scettico e cinico, ma non rassegnato all´oblio sportivo, di vera pura bellissima grandissima passione.
> (Pelli... Perdonami!)
>
> 19/11/2014 20.31
> Salvatore Pelligra
> "ragazzi quelle cazzo fi fasce elastiche colorate di merda che dovrebbero attenuare il cazzo di dolore...funzionano? o sono solo puttanate ?"
>
> (Io me la leggo dalle 4 alle 5 volte al giorno quando e se sono un po´ scoglionato, e mi riporta il sorriso da orecchio a orecchio all´istante. Ti voglio bene, Pelli!)
>
> Poi ci sono i già citati Sbranex e Capraia ma soprassediamo perché il Maggini ha chiesto d´esse´ brevi.
> Poi s´è aggiunto di recente Enrico Spiderman Panettieri, l´uomo dei Trail in calzamaglia ed espadrillas... Poi Mario il Santone mistico Carparelli, splendidamente presente alla prima edizione e, ieri sera, anche Maurino il Ciapetti con tutta la sua carica di energia. E anche la Battaglia - va detto - che fa rima con boscaglia e, nella boscaglia, c´ha lasciato pure una rotula.
>
> Quello di ieri, giovedì. È stato il "Night Trail del Novello solitario abbandonato sul tavolino di Foce di Calci, dello Sbrana novello briaho tegolo, del "buiospento" del Ciapetti, o del ritratto rosso della Zinghera trentina."
> I motivi e le storie, in esso contenuti, si desumono dalle foto...
> Si parte da Calci, via di Villa. La Night Trail mobile è la Capraia mobile - una delle regole è che, finché ci s´entra, si va con una macchina sola - viene parcheggiata alla chiesina e poi si sale in salita. È asfalto ma è subito pettata. Buio pesto, quasi senza luna; molte stelle. Puzzo di merda di cavallo. Poi spiana e s´arriva bene a Par di Rota, terra crucca dove tutte le macchine sono targate tedesche. Qualche cane che abbaia incazzato moccoli che solo lui conosce. Sembra impossibile ma si perde subito il Pelli e Maurino poi recuperati non senza difficoltà. Da Par di Rota si prende la comoda Via Tobler ma la lasciamo subito per fare in salita il "singoltrekke" del Trail dei Monti Pisani che ci porterà al sentiero 131 fino a Foce di Calci. Qui il panorama del "buiospento" di cui al Ciapetti è mozzafiato, verso il mare. Qui è facile raggiungere la pace e la felicità più mindfulness che ci sia. Qui ci si sta bbene per davvero.
> A Foce di Calci troviamo ad attenderci una mezza boccia di vino novello, sola soletta sul tavolino con panchine ivi residente. Qui Sbranex accusa uno stranguglione da congestione perché la moglie lo aveva obbligato a mangiare prima di uscire. Poi, piano piano, dopo essere stati intossicati dallo zenzero tossico della Zinghera, si riprende, e ci si butta a capofitto e kapovoto nel singoltrekke parallelo alla sottostante Via Tobler che ci porterà all´innesto con il sentiero 117 e poi Foce Pennecchio, dove arriva il tratto che sale da Mirteto. Il single trak è una vera bomba! Correrci dentro è come surfare dentro un tubo per un surfista - credo -: il bosco ti avvolge e la frontale illumina solo pochi metri di fronte a te ma si corre bene, qui; e ti viene voglia di farla a tutta. Da provare!
> A Foce Pennecchio si prende il bellissimo e, parzialmente corribile sentiero 123 che monta e poi scende la c.d. "Costia". Poi il 123 prosegue con il 125 che viene da Agnano ed è ormai la via dell´orto. Si risale un po´ verso il raccordo con la Tobler e, al Terminetto, zittita la Zinghera che si era fissata sul cacciatore in cielo, si osserva il minuto di silenzio mistico (è un bel momento davvero! E, da gente apparentemente fulminata e superficiale come noi altri, non ci si aspetterebbe proprio. Pure noi siamo silenziosamente meravigliati da noi stessi. Da provare anche questo! In silenzio! A luci spente!).

> Poi uno dice "amen" e si riparte. Poi ancora Tobler verso Calci in discesa. Poi Par di Rota, asfalto, discesa ripida a rotta di ´ollo... E poi, finalmente, il mistico rito della birra finale e la scarica di risate che ringiovanisce chi di 20, chi di 30, chi di ottocentocinquantanni. È il momento in cui siamo tutti collegati. In cui nascono i legami veri, quelli puri, quelli limpidi di gente che non si aspetta niente da nessuno: è tutto di guadagnato ma, volta dopo volta, ti accorgi che è qualcosa di bello e di prezioso; qualcosa che un giorno metterai nello scaffale dei migliori ricordi.
> Da provare!
> Capraia




POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE

Titolare e responsabile del trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento è La Pisa Road Runners Club ASD (di seguito PRRC) in persona del suo legale rappresentante pro tempore con sede legale c/o Studio Commerciale Cambi Toscano - Via Renato Fucini 49 - 56100 Pisa (PI) - P.I. 02050770508

Rispetto della Privacy

La PRRC rispetta la privacy dei propri utenti e si impegna a proteggere i dati personali che gli stessi gli conferiscono. In generale, l’utente può navigare sul sito web dell’Istituto senza fornire alcun tipo di informazione personale. La raccolta e il trattamento dei dati personali avvengono, se necessario, in relazione all’esecuzione di servizi richiesti dall’utente, o quando l’utente stesso decide di comunicarlo; in tali circostanze la presente politica della privacy illustra le modalità e i caratteri di raccolta e trattamento dei dati personali dell’utente.

La PRRC tratta i dati personali forniti in conformità alla normativa vigente.

Raccolta di Dati Personali

Per “dati personali” s’intende qualsiasi informazione che possa essere impegnata per identificare un individuo, una società o altro ente. A titolo puramente esemplificativo e non esaustivo viene raccolto ad esempio il nome e il cognome, l’indirizzo di posta elettronica [e-mail], l’indirizzo, un recapito postale o altro recapito di carattere fisico, la qualifica, la data di nascita, il genere, il lavoro, l’attività commerciale, gli interessi personali e le altre informazioni necessarie per la prestazione dei servizi richiesti e per contattare l’utente.

Dati di navigazione

La navigazione sul sito può avvenire in forma anonima.

Per la navigazione in aree riservate l’utente avrà la possibilità di salvare le proprie credenziali (identificativo assegnato dall’amministratore del sistema con cui è avvenuta la registrazione e la password inviata all’indirizzo e-mail del richiedente della quale l’amministratore del sito non è a conoscenza).

A tal proposito si precisa che la scuola non compie operazioni di raccolta dati dell’utente con modalità automatiche, incluso l’indirizzo di posta elettronica [email].

La PRRC nel rispetto della normativa vigente in tema di tutela di dati personali, al solo fine di avere contezza dell’area visitata e della durata della visita stessa, può registrare l’indirizzo IP dell’utente (Internet Protocol, vale a dire l’indirizzo Internet del computer dell’utente). In questo caso i dati verranno utilizzati esclusivamente per ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e controllarne il corretto funzionamento e verranno cancellati immediatamente dopo l’operazione. I dati, tuttavia, possono essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità nell’ipotesi di reati informatici ai danni del sito; ciò, ad eccezione dei casi in cui si tratti di un utente registrato che abbia ricevuto la preventiva informativa e che abbia prestato il proprio consenso al trattamento, avverrà comunque senza mettere in relazione l’indirizzo IP dell’utente con altre informazioni personali relative allo stesso. Come molti altri siti web aventi carattere e contenuto indirizzato ai servizi, il sito della scuola può impiegare una tecnologia standard chiamata “cookie” per raccogliere informazioni sulle modalità di uso del sito da parte dell’utente. Per ulteriori informazioni, l’utente è invitato a consultare la sezione “Cookies”.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’Istituto, per consentire l’accesso alle aree riservate, raccoglie i dati personali dell’utente in occasione della sua registrazione e, al fine di attivare un account, assegna un CODICE UTENTE e una password, necessari per usufruire di determinati prodotti o servizi offerti dalla scuola. In particolare la registrazione è necessaria per partecipare al forum, per usufruire di chat, per inviare messaggi ad altri iscritti, per inserire commenti alle notizie, quando l’utente chieda di ricevere determinate e-mail, di essere inserito in una mailing-list o quando l’utente, per qualsiasi altra ragione, comunica i propri dati alla scuola. Quest’ultima usa tali informazioni solamente ove le stesse siano state legittimamente raccolte in conformità alla presente Policy e nel rispetto della normativa vigente. Si ribadisce che alcuni servizi web del sito prevedono l’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica; ciò comporta acquisizione dell’indirizzo del mittente (necessario per rispondere alle richieste) e degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi (disclaimer) possono essere visualizzate con apposito link nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta (come la pagina contatti). E’ inoltre indicato il trattamento di dati sensibili o giudiziari forniti dall’utente nel corpo della mail.

Comunicazione di Dati Personali

In caso di raccolta di dati personali, la PRRC informerà l’utente sulle finalità della raccolta al momento della stessa e, ove necessario, richiederà il consenso dell’utente. La scuola, salvo quanto di seguito previsto nella Sezione “Ambito di Comunicazione e Diffusione di Dati Personali”, non comunicherà i dati personali dell’utente a terzi senza espresso consenso. Se l’utente decide di fornire alla scuola i propri dati personali, gli stessi potranno essere comunicarli all’interno dell’Istituto o a terzi che prestano servizi alla scuola, ovviamente nel rispetto delle vigenti disposizioni (si veda a tal proposito informativa privacy pubblicata sul sito). la PRRC invierà all’utente eventuale materiale relativo ad attività di informazione e a ricerche di mercato solo dopo averlo informato e averne ottenuto il consenso.

Cookies

Un cookie è un piccolo file di testo che alcuni siti web inviano all’hard drive dell’utente in occasione della visita al sito. Un cookie può contenere informazioni quali un ID dell’utente che il sito usa per controllare le pagine visitate; si precisa, tuttavia, che le uniche informazioni di carattere personale che un cookie può contenere sono quelle fornite dall’utente stesso. Un cookie non può leggere i dati presenti sull’hard disk dell’utente o leggere i cookies creati da altri siti. Alcune aree del sito dell’Istituto impiegano cookies per registrare le modalità di navigazione degli utenti sul sito. L’Istituto si serve di cookies per determinare il grado di utilità delle informazioni che fornisce ai propri utenti e per verificare l’efficacia della struttura di navigazione del sito in relazione al supporto di aiuto offerto all’utente per ottenere quell’informazione. Se l’utente non desidera ricevere cookies durante la navigazione sul sito, può programmare il proprio browser in modo da essere avvertito prima di accettare cookies e rifiutarli quando il browser avvisa della loro presenza. L’utente può anche rifiutare tutti i cookies disattivandoli nel proprio browser, anche se in tal modo non sarebbe poi in grado di sfruttare in pieno i servizi del sito. In particolare, all’utente potrebbe essere chiesto di accettare cookies al fine di compiere determinate operazioni. Tuttavia, non è necessario che l’utente accetti tutti i cookies per usare/navigare in molte aree del sito, salvo il caso in cui, per l’accesso a specifiche pagine web, siano necessari la registrazione e una password.

Finalità e Modalità di trattamento dei Dati Raccolti

la PRRC tratta i dati personali dell’utente per le seguenti finalità di carattere generale: per soddisfare le richieste a specifici prodotti o servizi, per personalizzare la visita al sito, per aggiornare l’utente in relazione ai servizi della scuola o ad altre informazioni di suo interesse (provenienti direttamente dell’Istituto o dai suoi partners), per comprendere meglio i bisogni dell’utente e offrire allo stesso servizi migliori. Il trattamento di dati personali da parte dell’Istituto per le finalità sopra specificate avviene in conformità alla normativa vigente in materia di privacy.

Ambito di comunicazione e diffusione di dati personali

I dati personali non vengono comunicati al di fuori della realtà dell’Istituto senza il consenso dell’interessato, salvo quanto in seguito specificato. Nell’ambito dell’organizzazione della scuola, i dati sono conservati in server controllati cui è consentito un accesso limitato in conformità alla normativa vigente. la PRRC può comunicare i dati personali dell’utente a terzi in uno dei seguenti casi: quando l’interessato abbia prestato il proprio consenso alla comunicazione; quando la comunicazione sia necessaria per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente; quando la comunicazione sia necessaria in relazione a terzi che lavorano per conto dell’Istituto per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente (la scuola comunicherà a questi ultimi solo le informazioni che si rendono necessarie in relazione alla prestazione del servizio, senza che i dati possano essere trattati per finalità diverse); per fornire le informazioni necessarie e relative all’Istituto stesso, nonché agli altri enti ad esso collegati (in qualsiasi momento l’utente potrà richiedere di non ricevere più tale tipo di comunicazioni). la PRRC inoltre divulgherà i dati personali dell’utente nel caso in cui ciò sia richiesto dalla legge.

Diritti dell’utente; User Account

Se l’utente è registrato, per richiedere la cancellazione del proprio account o qualsiasi altro proprio dato personale deve inviare una mail al responsabile della gestione/aggiornamento del sito.

Sicurezza dei dati

Le informazioni dell’account sono protette da una password per garantire la riservatezza e la sicurezza dell’utente. la PRRC adotta tutte le misure di sicurezza e le procedure fisiche, elettroniche e organizzative richieste dalla normativa vigente. Anche se la scuola fa quanto ragionevolmente possibile per proteggere i dati personali dell’utente, la stessa non può garantire la completa totale sicurezza dei dati personali dell’utente durante la comunicazione. A tal proposito la PRRC invita l’utente ad adottare tutte le misure precauzionali per proteggere i propri dati personali quando naviga su Internet. L’utente, ad esempio, è invitato a cambiare spesso la propria password (che preferibilmente dovrà essere composta da una combinazione di lettere e numeri) e ad assicurarsi di fare uso di un browser sicuro.

Minori e privacy

Il sito web della PRRC è pensato per un utilizzo anche da parte di minori di 18 anni in quanto presenta contenuti puramente didattici e culturali. Quindi la scuola, in fase di iscrizione al sito, non richiede la maggiore età dell’utente.

Siti di terzi

Il sito web dell’Istituto può contenere links ad altri siti. La scuola non condivide i dati personali dell’utente con questi siti e non è responsabile delle pratiche degli stessi in relazione alla tutela e al trattamento di dati personali. La PRRC invita l’utente a prendere visione della politica della privacy di tali siti per conoscerne le modalità di trattamento e raccolta dei dati personali.

Modifiche della politica della privacy

La PRRC in relazione all’evoluzione della normativa, potrà modificare la presente policy della privacy, dandone adeguata comunicazione attraverso la pubblicazione sul sito.
Informativa privacy aggiornata il 22/12/2022 11:50
torna indietro leggi POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
 obbligatorio
generic image refresh


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie