24 Settembre 2020

Orentano dalla Zizzi (Tre Province): tra sorprese e pinzo.

16-07-2017 12:46 - Report su marce ludiche e vari commenti
Decidiamo solo all´ultimo di venire ad Orentano, solo grazie al venticello del sabato sera. E la decisione è stata propizia. La marcia è l´ultima del calendario pre-estivo del Trofeo delle Tre Province che poi andrà appunto in ferie. Prima sorpresa: la corsa non parte dal centro assolato di Orentano, teatro della corsa d´ottobre del trofeo Pisano legata al Brigante dell´Orcino, ma siamo verso i boschi. Seconda sopresa: lasciamo la macchina ad uno dei primi parcheggi e si cammina quasi 20 minuti, cane delle berve, prima di arrivare al raduno ma perlomeno per gran parte camminiamo all´ombra, ma andrà pure rifatta al ritorno.... Terza sorpresa: siamo in un´oasi con piscina e qui rimarranno molti podisti che provengono dal fiorentino, pratese e pistoiese. Segno forte che questa marcia, che faccio per la prima volta, deve avere un richiamo di cui ero all´oscuro. Quarta sorpresa: sono le 8,10 e Marcellone non lo troviamo, così come la lista del gruppo (poi scopriremo che si sono iscritti col Marathon, yale deh....). Quinta sorpresa: oh, dopo 1 km di corsa, e vado più forte e spedito di Paola che supero e non mi ribeccherà più. Sarà il freschino, sarà che dopo due settimane di stop per la contrattura al polpaccio ho voglia di correre ma tant´è, l´autostima sale a palla abbestia. Sesta sorpresa: al 90 per cento questa corsa è all´ombra, e non è affatto male. Settima sorpresa: l´unico calabrone l´ho preso io, carrramba che dolore più che sorpresa ... ed il dolore me lo porterò dietro per almeno 3 giorni con un braccio che brucia (e purtroppo dovrò ricordare l´amico abruzzese Rosarione morto due giorni prima per lo shock anafilattico per un pinzo di un insetto infame ... ciao Ross.... Ottava sorpresa: ristoro finale con pizza, salsiccia, frutta e pure birra! Magari con difficoltà a mescere i liquidi in quell´area, ma resta un´altra sorpresa. Ultima sorpresa: finalmente ho capito chi sono gli Amici della Zizzi. Un bel progetto nato vari anni fa, che ricorda molto il Dynamo Camp e che merita di essere conosciuto più approfonditamente!
Ed infine il recupero della macchina ... non è più una sopresa ... yale deh!


Fonte: Andrea Maggini



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio