14 Luglio 2020

Migliarino e la Laguna di Mezzo, tra Lisena, Mario e gli hobbit.

31-03-2014 20:09 - Report su marce ludiche e vari commenti
Dino e Lisena (foto di Mario ovviamente)
Tre Province a Migliarino correndo nella pineta e nella tenuta Salviati fra laghetti, boschi, fattorie ed una splendida campagna.
Arrivo alla partenza e trovo il grande, immancabile, irrinunciabile ed appassionatissimo Marcello Bassi in forma smagliante. "Ah, allora almeno te ci sei!" - mi dice mentre mi iscrive alla corsa. Realizzo di essere probabilmente l´unica "aquila" presente, gli altri sono tutti a Carrara (a proposito: grandi!!) e quindi parto con l´intenzione di fare una sgambatella leggera in vista del trail alla Capraia.
Percorro meno di un chilometro e incontro la sorridentissima Lisena Tinacci con la sua inconfondibile tuta colorata e la macchina fotografica bianca. "Ma, e gli altri"? - mi chiede. "Enrico? Marco? ...non vengono più?". " O bimba - le dico - o cosa ci voi fa? Oggi ci son solo io, un aquilotto solitario. Me la fai lo stesso la foto?".
Ma proprio in quel momento passava l´altro mitico fotografo del 3 Province, il Pradella, il quale immortala me e Lisena sentenziando: "Un aquilotto? questo è ma un Aquilone!".
Piegato in due dal ridere riprendo a correre nella campagna: un percorso pianeggiante, facile, ma devo dire di una insospettabile bellezza. Mentre correvo riflettevo che un tempo qui c´era una laguna, un ramo di quel sinus pisanus che fece la fortuna di Pisa (ora se ho detto una bischerata il Costanzo mi lega in piazza della Berlina e mi dà foo) ... e fantasticando sulle navi pisane e sulle glorie passate continuo a correre scoprendo chilometro dopo chilometro luoghi veramente stupendi dove non ricordo di essere mai stato.
Arrivo al bivio 15 - 20 km e decido di fare i 15 per non forzare troppo. Me ne pentirò amaramente perché è vero che il percorso da me scelto si inoltrava in una meravigliosa macchia mediterranea con i pini marittimi a farla da padrone, ma i 5 km ai quali ho rinunciato arrivavano fino al mare .... che ho visto solo nelle fotografie di Lisena e del Pardella! Bischero che non sono altro (quanno ce vo ce vo).
Ad ogni buon conto il sentiero lungo la pineta mi ha fatto venir voglia di accelerare un po´, ed ho iniziato a velocizzare la mia andatura. Sentivo in lontananza un paio di runners che, piano piano, mi stavano raggiungendo. Dopo un tre chilometri infatti uno di loro mi raggiunge, mi si affianca e mi fa: "oh, gran passo eh!". Io interpreto: "oh, Granpasso", e per un momento penso che mi abbia scambiato per un personaggio del Signore degli Anelli! Oddio, il bosco fitto c´era, mancavano solo Bilbo, Frodo e Gandalf e poi c´eravamo tutti! Mi scappa da ridere ..... Percorro gli ultimi chilometri in compagnia e giungo finalmente al traguardo contento di aver corso in allegria in luoghi davvero incantevoli.
Saluto gli amici, rivedo Marcello sorridente, ritiro la confezione di pasta Barilla e sugo Mutti e torno alla macchina. Apro il bagagliaio, e il mio zainetto ultraleggero Kalenij con ciucciotto (!) mi ricorda che domenica prossima si corre alla Capraia.
Ohi ohi, speriamo che me la cavo.
Comunque dice che il servizio scopa è assicurato .... o no?

Fonte: Dino Dringoli



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account