05 Agosto 2020

Pontedera ed il percorso sensoriale.

01-11-2013 23:12 - Report su marce ludiche e vari commenti
Enrico scortato dalle aquile body guards (Rosi e Paola)
Pontedera 1 novembre: Marcia della "FIERA", seconda edizione, organizzata dal Comitato Stracittadina di Pontedera di Km 3, 7, 13 e 18 con partenza dalla Piscina comunale.
Comitato Stracittadina che, nato in corrispondenza del trasferimento della partenza della PisaMarathon nel 2004 a Pontedera, continua la propria attività anche se da qui la maratona non parte più dal 2010.
Scopriamo stamani che ci sono due stadi attigui con tanto di tribune coperte: si parte da quello principale (belli il nuovo campo sintetico e la pista di atletica targate Limonta) e si arriva nella tribuna coperta del secondo.
Nel mezzo la piscina (una sorta di palapuppa come quello labronico anche se è un palasport che formalmente dovrebbe chiamarsi palaAlgida, ma ditemi voi a cosa somigliano tali strutture).
Siamo arrivati con il giovane ligure Alessandro (che ci ricorda di rovistare meglio nelle nostre scatole di casa, le nostre carte Magic di circa 20 anni fa potrebbero avere valutazioni impensabili, a proposito di Lucca Comics & Games), la bagnina triatleta Rosi baywatch, il Catarsi del Marathon e Paola. Quindi il trio Lorena, Graziano e Federica, poi Enrico Nutella CapraiaInto TheWild Marchetti, Enrica Martelli, Stefania, Chiara Pellegrini, Francesco Mearelli, Valentina Damiani, Giovanni Monticelli, il "gigante" Francesco con Lorenza, Beppe della Clessidra che mi infama per il cellulare che ho a casa, etc etc proprio mentre sono nel caos (ah, gli amici) visto che ai tavoli delle iscrizioni hanno finito i cartellini per la tanta gente accorsa (le Tre Province stamani dovevano essere a Livorno, marcia annullata da una della tanti Associazioni che ogni tanto si integrano ai gruppi sportivi, salvo poi saltare per mancanza di solidità. In questo caso c´è anche un pò di politica che lascerei perdere in questo spazio).
Alla fine contiamo quasi 20 persone made in Pisa ...
Partiamo con il giro di pista mentre il sole inizia a riscaldare e quindi andiamo sull´argine dell´Era (nel Parco dei Salici, dove con la Galla, 4 anni fa, organizzammo un campionato campestre regionale Fidal master con l´esordio di Michela Santini e Martina Cadeddu che con i loro punti, prima e seconda, dettero un bel contributo per la vittoria del titolo di allora). L´argine, carino, è sembrato ai più una tortura.
Se non ti concentravi rischiavi di travolgere qualcuno, mettere un piede dentro una buca, prendere in pieno un canetto o rotolare di sotto.
Poi arriva finalmente il ponte napoleonico che ci direziona nella zona a sud della FiPiLi.
In questa zona residenziale ricordiamo quando 10 anni fa corremmo con le tegole dei tetti volate sulla strada per la tormenta notturna, era la marcia organizzata dal GP Rondinella, di lì a poco abbandonate (penso per vetustà dei componenti).
Andiamo verso i laghetti che si vedono dall´uscita della superstrada, poco prima della Fornace.
Prima, però, non è mancata la foto bischera con il cappello da streghetto post Halloween e qui mi prende il primo magone. Nei precedenti sette anni, di questi tempi ero a New York ...
Il tendinone urla ed allora inizio a camminare ma con il grande Santucci, neo-votato alle elezioni del Marathon club. Con lui mi sparo ben 50 minuti di camminata (quasi 5 km) dove argomentiamo del mvimento podistico a 360 gradi. Dei giovani nei gruppi, dei gruppi che chiudono i battenti (a Massarosa come a Vicopisano con l´Ortaccio) fino a storie gossip che ci hanno un po´ tirato su il morale.
Dopo la Rotta, imboccata la strada dell´olio e del vino (che poi porta a Colleoli, Palaia, Forcoli) il gruppetto viene investito da una nuvola zaffante che ci è familiare ... Una signora urla: ´ma questo è cacao!´. Ed un altro: ´Lì c´è la fabbrica di cioccolato´? Effettivamente siamo di fronte ad una delle eccellenze locali: la cioccolateria Amedei e davanti a noi vigneti, olio, vino ... Poi aziende esperte in gite per la raccolta dei tartufi, degustazioni per una esplosione di sensi magicamente destati da sapori ed odori spesso non coltivati. Insomma, la Toscana amata nel mondo e vicino a noi la città della Vespa. Beh, che fortuna ad essere nati da queste parti.
Riprendo a correre e incrocio chi viene dalla 18 km, da Montecastello.
Poi con la Maria Laura parliamo brevemente del mio intervento via email, in CIMS-eurovisione, sullo stato dell´unione, del movimento e della Strapazzata a seguito dell´Assemblea dei Presidenti di lunedì scorso con qualche elemento di discussione e riflessione. Il nostro Presidente (PisaMarathon Strapazzata club) ha proposto di portare la quota d´iscrizione dei podisti occasionali (NON abituali, NON iscritti ad alcun gruppo quindi) a 5,00 euro.

Con Giovanni e Valentina facciamo l´ultimo pezzo prima di arrivare a papparsi una vaschetta di penne all´arrabbiata e pensare che, tutto sommato, fra due giorni siamo nuovamente a correre, questa volta a Ponte a Cappiano, zona Fucecchio e via Francigena.
E qui, qualcuno, mi dice ´o cosa ci fai te quaggiù? Non dovresti essere a New York?´. Per un secondo magone che, mi sa, mi porterò dietro fino a domenica sera anche se idealmente sarò laggiù con i 50.000 maratoneti in partenza dal Verrazzano bridge, riflettendo su ogni curva, ogni band, ogni momento di crisi (le mie arrivavano sempre al 17°, 26° e per tutto Central Park) e con le ragazze e ragazzi dell´agenzia Effetto che sono qualcosa di umanamente non definibile e senza i quali mi mancherà sempre qualcosa di importante ....)

Buon Halloween, Comics, Games, etc etc a tutti!

Fonte: Andrea Maggini



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio