03 Febbraio 2023

Trail delle Apuane: il mio primo trail, ma non c´ho ancora capito nulla!

30-06-2015 10:41 - Mondo Trail, Ultra, Sky ed Extreme!
Sono passate undici ore, mi scrive il presidente avendo capito che qualcosa non andava evidentemente, rispondo: ´Pietro che dice?´
Cosa c´entra Pietro mi chiedo da sola ma sopratutto: "mi è piaciuto?"
Il mio primo Trail e pensare che era da un po che lo aspettavo e ora che è finito che l´ho chiuso in ben sei ore e quarantasette minuti e ventitré secondi ancora non c´ho capito nulla.
Non che sia deficiente per non capire quello che si prova, ma rispetto alle emozioni che ho provato per le corse anche per le notturne per dire questa volta è più complicato. Questa volta avevo aspettative alte, pensavo di correre in montagna, pensavo a godermi la meraviglia che mi circondava ed invece è successo qualcos´altro.
Siamo arrivati il giorno prima con mio marito in un angolo di paradiso al tramonto con l´intenzione di godere a pieno di questo evento, il sole che tramontava dietro le Apuane e noi che pensavamo al giorno dopo.
Alla partenza ci ritroviamo tutti attrezzati con i nostri equipaggiamenti tecnici, Pietro ci ha raggiunti con la famiglia siamo tutti curiosi di sapere cosa ci riserva la giornata, foto di rito e urla dello speaker in una minuscola piazzetta di mezza montagna, persone che si allungano, chi si scalda, chi fa le foto, chi avvia i podometri, chi controlla le riserve e quella voce infernale dal microfono che urla senza che nessuno di noi voglia ascoltarlo, ciascuno vuole fare i conti con la montagna, partire e guardare in faccia il percorso.... via partiti, Gorfigliano scorre sotto le nostre scarpette, chi con i bastoni, chi con le bandane, chi scherza, io cerco di rimanere nel gruppetto di partenza con la veloce Marina,con gli amici della domenica delle Tre province e con mio marito che a questo giro ha deliberatamente sacrificato la sua voglia di correre per accompagnarmi, "per fortuna!" , aggiungo adesso.
Ci lasciamo le grida dello speaker alle spalle e iniziamo a salire in una cava di marmo bianchissima dal riverbero infernale, da 685 m slm ci porta nella polvere a oltre 1100. In vita mia poche volte mi son vestita di nero e domenica ho capito di averci sempre visto giusto, un ascesa infernale dove pochi corrono quasi nessuno un terreno che pare la spiaggia di ghiaia a Marina e io che inizio con le battute truci.. ´Se moio qui il marmo c´è già!´ A metà salita troviamo la scritta rossa BRAVI ancora non sapevamo che non si riferiva all´andata ma al ritorno illusi che siamo stati, pensavamo che correre in salita sulla ghiaia potesse essere un impresa.
Finalmente finisce la cava e inizia uno stradello corribile uno dei pochi con il primo ristoro solo acqua, ricarico con acqua fresca il mio camel bag e riparto a corsa, sola stavolta, inizio a divertirmi nella corsa a cercare di recuperare il tempo in cui non mi è stato possibile correre ed entro in una galleria a servizio della cava, bene mi dico inizio a correre ma la cosa dura poco, stoppati dalla salita in un bosco splendido ma sempre salita è, ci provicchio ma niente troppo dura.
Dei luoghi più belli ricorderò indubbiamente Campocatino con un ristoro pieno di frutta fresca e secca e si riparte verso la Tambura la cima ci attende. Incontro Germana e ci mettiamo a parlare di come sarà il pezzo con le corde ci prendiamo in giro sulla classifica e nel frattempo arriviamo ai piedi della vetta! Spettacolare maestosa sassosissima , prima di salire mi rifornisco di acqua fresca a una fonte, rifornimento provvidenziale sia per la temperatura sia per la distanza dal seguente ristoro.
Adesso arriva la regina e io che soffro di vertigini mi preparo al momento della mia battaglia, inizio a salire senza pensare a cosa c´è sotto, sfido la mia paura stando attenta a non farmi soprassedere con la massima attenzione usando anche le mani se necessario, ebbene si alcuni pezzi li ho fatti a gattoni, correre per me sarebbe stato impossibile. Qui ho fatto i conti con le mie paure ma non ho fatto un trail, ho scalato una montagna bellissima come però tantissime altre volte nella mia vita, con quegli stessi sentimenti , con lo stupore del paesaggio, l´attenzione e il rispetto dei miei limiti, ma non un trail!
Per tutta la vetta e per tutti gli altri punti rischiosi devo dire che l´organizzazione è stata presente così come la tracciatura del percorso è stata encomiabile, chi si è perso è perché era parecchio distratto i cartellini erano veramente fitti e per tutta la cresta erano presenti numerosi punti di assistenza.
Bene arriviamo al cancello della lunga e comincio ad essere preoccupata del cancello delle sette ore, da quando sono partita ho visto diverse persone tornare indietro, acciuffo al volo dei pezzi di banana e scendo giù da sola.
Provo a corricchiare ma il sentiero è stretto mi raggiunge mio marito e Roberto un amico delle tre province, una ragazza ci avverte che ha perso il compagno di un livello esperto che non è passato al primo controllo. Cominciano ad arrivare notizie dal cancello della lunga, in molti sono stati riaccompagnati giù non avendolo passato addirittura qualcuno si è fatto male candendo ed è stato riaccompagnato dal soccorso, insomma il panorama comincia a prendere forma e qualcuno comincia a cambiare idea nel paragonare questo con la skyrace che si terrà a breve ,poco distante da qui.
Mi rilasso ascoltando i racconti di Roberto sulla Pesticciata e qui inizio a cadere sul fogliame secco, rido come una matta dal momento che probabilmente la stanchezza inizia ad avere la meglio e ci troviamo di fronte ad altri pezzi ferrati. Bene attenziò, concentraziò che la sotto inizia la discesa ci dicono! Speravo almeno in discesa di poter correre e quando arriviamo alla strada di cava delusione è nuovamente come correre sulle ghiaie di Marina di Pisa solo in discesa , quindi peggio e con il peso della strada alle spalle. La persecuzione delle ghiaie continua, credo che di tutto il trail la parte più sfiancante sia stata questa della cava in discesa, ginocchi che iniziano a fare male e piedi che vanno per conto suo, galle nei ditoni contratti dalla pendenza. Morale a pezzi provo ad assaggiare il guaranà di dotazione, oibò peggio della medicina di Pinocchio, sputo e riparto aprendo il bombardone barrettoso energizzante di una nota marca che temevo più di tutti per la sete che è capace di mettermi.
La prendo a ridere ma anche a bestemmiare devo dire che se qui non avevo mio marito sarei rimasta a aspettare soccorsi per lo scoraggiamento, non tanto per la fatica che si supera, non per il dolore i piedi che mentalmente sono abituata combattere, non per il fiato corto condizione permanente di ogni corsa, più di tutti infatti è la mente che ti condiziona, insomma fra imprecazioni e battute proseguo arrivando spossata alla fine e chiudendola viva come mi ero ripromessa in un tempo biblico ma dentro il cancello delle sette ore.
Sono passata dalla gioia di abbracciare con lo sguardo i due laghi Vagli e Gramolazzo, di toccare con un dito la Versilia, il retro delle cave uno squarcio nella montagna, indenne alle lamine delle pietre che ti tagliano il piede mentre provi a correre, al bruciore che provano le mani mentre scivola il cavo d´acciaio, l´odore delle feci degli ovini in quota misto a quello di piante di timo, di aglietto, di fragoline allo scoraggiamento più totale. Ho passato l´arrivo e in tanti mi han fatto i complimenti ma per cosa ancora non l´ho capito. Pietro invece è stato un grande, vedere il suo arrivo con la famiglia li, gli occhi fieri dei suoi figli che si stringevano attorno a un eroe mi ha commosso, credo che aspettare sette ore e mezzo il marito sia un atto d´amore estremo, grande moglie di Pietro per la pazienza che hai dimostrato nei confronti dei malati come noi e bravo Pietro per l´impresa!









Fonte: Valeria Antoni



POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE

Titolare e responsabile del trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento è La Pisa Road Runners Club ASD (di seguito PRRC) in persona del suo legale rappresentante pro tempore con sede legale c/o Studio Commerciale Cambi Toscano - Via Renato Fucini 49 - 56100 Pisa (PI) - P.I. 02050770508

Rispetto della Privacy

La PRRC rispetta la privacy dei propri utenti e si impegna a proteggere i dati personali che gli stessi gli conferiscono. In generale, l’utente può navigare sul sito web dell’Istituto senza fornire alcun tipo di informazione personale. La raccolta e il trattamento dei dati personali avvengono, se necessario, in relazione all’esecuzione di servizi richiesti dall’utente, o quando l’utente stesso decide di comunicarlo; in tali circostanze la presente politica della privacy illustra le modalità e i caratteri di raccolta e trattamento dei dati personali dell’utente.

La PRRC tratta i dati personali forniti in conformità alla normativa vigente.

Raccolta di Dati Personali

Per “dati personali” s’intende qualsiasi informazione che possa essere impegnata per identificare un individuo, una società o altro ente. A titolo puramente esemplificativo e non esaustivo viene raccolto ad esempio il nome e il cognome, l’indirizzo di posta elettronica [e-mail], l’indirizzo, un recapito postale o altro recapito di carattere fisico, la qualifica, la data di nascita, il genere, il lavoro, l’attività commerciale, gli interessi personali e le altre informazioni necessarie per la prestazione dei servizi richiesti e per contattare l’utente.

Dati di navigazione

La navigazione sul sito può avvenire in forma anonima.

Per la navigazione in aree riservate l’utente avrà la possibilità di salvare le proprie credenziali (identificativo assegnato dall’amministratore del sistema con cui è avvenuta la registrazione e la password inviata all’indirizzo e-mail del richiedente della quale l’amministratore del sito non è a conoscenza).

A tal proposito si precisa che la scuola non compie operazioni di raccolta dati dell’utente con modalità automatiche, incluso l’indirizzo di posta elettronica [email].

La PRRC nel rispetto della normativa vigente in tema di tutela di dati personali, al solo fine di avere contezza dell’area visitata e della durata della visita stessa, può registrare l’indirizzo IP dell’utente (Internet Protocol, vale a dire l’indirizzo Internet del computer dell’utente). In questo caso i dati verranno utilizzati esclusivamente per ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e controllarne il corretto funzionamento e verranno cancellati immediatamente dopo l’operazione. I dati, tuttavia, possono essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità nell’ipotesi di reati informatici ai danni del sito; ciò, ad eccezione dei casi in cui si tratti di un utente registrato che abbia ricevuto la preventiva informativa e che abbia prestato il proprio consenso al trattamento, avverrà comunque senza mettere in relazione l’indirizzo IP dell’utente con altre informazioni personali relative allo stesso. Come molti altri siti web aventi carattere e contenuto indirizzato ai servizi, il sito della scuola può impiegare una tecnologia standard chiamata “cookie” per raccogliere informazioni sulle modalità di uso del sito da parte dell’utente. Per ulteriori informazioni, l’utente è invitato a consultare la sezione “Cookies”.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’Istituto, per consentire l’accesso alle aree riservate, raccoglie i dati personali dell’utente in occasione della sua registrazione e, al fine di attivare un account, assegna un CODICE UTENTE e una password, necessari per usufruire di determinati prodotti o servizi offerti dalla scuola. In particolare la registrazione è necessaria per partecipare al forum, per usufruire di chat, per inviare messaggi ad altri iscritti, per inserire commenti alle notizie, quando l’utente chieda di ricevere determinate e-mail, di essere inserito in una mailing-list o quando l’utente, per qualsiasi altra ragione, comunica i propri dati alla scuola. Quest’ultima usa tali informazioni solamente ove le stesse siano state legittimamente raccolte in conformità alla presente Policy e nel rispetto della normativa vigente. Si ribadisce che alcuni servizi web del sito prevedono l’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica; ciò comporta acquisizione dell’indirizzo del mittente (necessario per rispondere alle richieste) e degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi (disclaimer) possono essere visualizzate con apposito link nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta (come la pagina contatti). E’ inoltre indicato il trattamento di dati sensibili o giudiziari forniti dall’utente nel corpo della mail.

Comunicazione di Dati Personali

In caso di raccolta di dati personali, la PRRC informerà l’utente sulle finalità della raccolta al momento della stessa e, ove necessario, richiederà il consenso dell’utente. La scuola, salvo quanto di seguito previsto nella Sezione “Ambito di Comunicazione e Diffusione di Dati Personali”, non comunicherà i dati personali dell’utente a terzi senza espresso consenso. Se l’utente decide di fornire alla scuola i propri dati personali, gli stessi potranno essere comunicarli all’interno dell’Istituto o a terzi che prestano servizi alla scuola, ovviamente nel rispetto delle vigenti disposizioni (si veda a tal proposito informativa privacy pubblicata sul sito). la PRRC invierà all’utente eventuale materiale relativo ad attività di informazione e a ricerche di mercato solo dopo averlo informato e averne ottenuto il consenso.

Cookies

Un cookie è un piccolo file di testo che alcuni siti web inviano all’hard drive dell’utente in occasione della visita al sito. Un cookie può contenere informazioni quali un ID dell’utente che il sito usa per controllare le pagine visitate; si precisa, tuttavia, che le uniche informazioni di carattere personale che un cookie può contenere sono quelle fornite dall’utente stesso. Un cookie non può leggere i dati presenti sull’hard disk dell’utente o leggere i cookies creati da altri siti. Alcune aree del sito dell’Istituto impiegano cookies per registrare le modalità di navigazione degli utenti sul sito. L’Istituto si serve di cookies per determinare il grado di utilità delle informazioni che fornisce ai propri utenti e per verificare l’efficacia della struttura di navigazione del sito in relazione al supporto di aiuto offerto all’utente per ottenere quell’informazione. Se l’utente non desidera ricevere cookies durante la navigazione sul sito, può programmare il proprio browser in modo da essere avvertito prima di accettare cookies e rifiutarli quando il browser avvisa della loro presenza. L’utente può anche rifiutare tutti i cookies disattivandoli nel proprio browser, anche se in tal modo non sarebbe poi in grado di sfruttare in pieno i servizi del sito. In particolare, all’utente potrebbe essere chiesto di accettare cookies al fine di compiere determinate operazioni. Tuttavia, non è necessario che l’utente accetti tutti i cookies per usare/navigare in molte aree del sito, salvo il caso in cui, per l’accesso a specifiche pagine web, siano necessari la registrazione e una password.

Finalità e Modalità di trattamento dei Dati Raccolti

la PRRC tratta i dati personali dell’utente per le seguenti finalità di carattere generale: per soddisfare le richieste a specifici prodotti o servizi, per personalizzare la visita al sito, per aggiornare l’utente in relazione ai servizi della scuola o ad altre informazioni di suo interesse (provenienti direttamente dell’Istituto o dai suoi partners), per comprendere meglio i bisogni dell’utente e offrire allo stesso servizi migliori. Il trattamento di dati personali da parte dell’Istituto per le finalità sopra specificate avviene in conformità alla normativa vigente in materia di privacy.

Ambito di comunicazione e diffusione di dati personali

I dati personali non vengono comunicati al di fuori della realtà dell’Istituto senza il consenso dell’interessato, salvo quanto in seguito specificato. Nell’ambito dell’organizzazione della scuola, i dati sono conservati in server controllati cui è consentito un accesso limitato in conformità alla normativa vigente. la PRRC può comunicare i dati personali dell’utente a terzi in uno dei seguenti casi: quando l’interessato abbia prestato il proprio consenso alla comunicazione; quando la comunicazione sia necessaria per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente; quando la comunicazione sia necessaria in relazione a terzi che lavorano per conto dell’Istituto per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente (la scuola comunicherà a questi ultimi solo le informazioni che si rendono necessarie in relazione alla prestazione del servizio, senza che i dati possano essere trattati per finalità diverse); per fornire le informazioni necessarie e relative all’Istituto stesso, nonché agli altri enti ad esso collegati (in qualsiasi momento l’utente potrà richiedere di non ricevere più tale tipo di comunicazioni). la PRRC inoltre divulgherà i dati personali dell’utente nel caso in cui ciò sia richiesto dalla legge.

Diritti dell’utente; User Account

Se l’utente è registrato, per richiedere la cancellazione del proprio account o qualsiasi altro proprio dato personale deve inviare una mail al responsabile della gestione/aggiornamento del sito.

Sicurezza dei dati

Le informazioni dell’account sono protette da una password per garantire la riservatezza e la sicurezza dell’utente. la PRRC adotta tutte le misure di sicurezza e le procedure fisiche, elettroniche e organizzative richieste dalla normativa vigente. Anche se la scuola fa quanto ragionevolmente possibile per proteggere i dati personali dell’utente, la stessa non può garantire la completa totale sicurezza dei dati personali dell’utente durante la comunicazione. A tal proposito la PRRC invita l’utente ad adottare tutte le misure precauzionali per proteggere i propri dati personali quando naviga su Internet. L’utente, ad esempio, è invitato a cambiare spesso la propria password (che preferibilmente dovrà essere composta da una combinazione di lettere e numeri) e ad assicurarsi di fare uso di un browser sicuro.

Minori e privacy

Il sito web della PRRC è pensato per un utilizzo anche da parte di minori di 18 anni in quanto presenta contenuti puramente didattici e culturali. Quindi la scuola, in fase di iscrizione al sito, non richiede la maggiore età dell’utente.

Siti di terzi

Il sito web dell’Istituto può contenere links ad altri siti. La scuola non condivide i dati personali dell’utente con questi siti e non è responsabile delle pratiche degli stessi in relazione alla tutela e al trattamento di dati personali. La PRRC invita l’utente a prendere visione della politica della privacy di tali siti per conoscerne le modalità di trattamento e raccolta dei dati personali.

Modifiche della politica della privacy

La PRRC in relazione all’evoluzione della normativa, potrà modificare la presente policy della privacy, dandone adeguata comunicazione attraverso la pubblicazione sul sito.
Informativa privacy aggiornata il 22/12/2022 11:50
torna indietro leggi POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
 obbligatorio
generic image refresh




Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
cookie