22 Aprile 2024

Pappardellina: l'anno che verrà

Si, “pappardellina” di fine 2020 particolare, difficile, la più complessa per un gruppo sportivo come il nostro. Pappardellina figlia dell'anno più drammatico per il genere umano da almeno 75 anni. Sono stato tentato di lasciar perdere per tanti, troppi motivi, ma poi mi sono detto: “quale messaggio di speranza puoi dare con il tuo silenzio dopo che da 9 anni scimmiotti il Presidente della Repubblica a reti unificate in versione aquilesca anche se da 10 mesi è impossibile fare attività sportiva e/o organizzare occasioni o partecipare ad eventi?”. Per cui … parliamo dell'anno che verrà, ma prima …. non è stato un anno facile. Per le nostre famiglie, i nostri cari, per le economie di tante persone a noi vicine.

Non è stato un anno facile per lo sport in generale, per noi fermo dal 9 marzo scorso, in quanto non professionisti anche se abbiamo trovato il modo di allenarci in forma individuale, qualcuno pure facendo qualche gara in modalità originale o con corsi in piscina ma, diciamocelo, ci manca l'odore dell'olio canforato, del grande evento che ti emoziona, il contatto fisico, col compagno di squadra o l'avversaria, dell'allenamento collettivo, del cameratismo, della preparazione adeguata, della bruschetta a fine corsa alle Tre Province fino alla soddisfazione del traguardo quando fermi il tuo Garmin, Suunto o Polar.

Ci mancano le cene, i raduni numerosi, le gite, le risate, le pacche, gli abbracci, la compagnia nelle ripetute, il supporto sui monti, la crescita delle aquilotte, gli occhi che brillano quando rivivi in essi i tuoi momenti migliori del passato.

Ti manca l'umore della felicità, l'adrenalina, la frenetica attesa, la gioia e la delusione, il sapore della vittoria e la lezione della sconfitta, come uomini e donne dello Sport.

Quest'anno poi ci è mancato il fair play finale ed il rispetto delle persone dettate dalle regole dello sport che evidentemente qualcuno/a ha dimenticato come tesserati federali e come stella cometa da seguire dall'infanzia fino alla fine dei nostri giorni probabilmente frutto di una esasperazione data dalla condizione sanitaria.

Ci sono mancate le feste di fine anno per celebrare …. nulla in assenza di occasioni sportive anche se sappiamo che le nostre aquile sono già un evento loro stesse, senza bisogno di sport da praticare. Basta solo farle incontrare per far scattare quella splendida scintilla ed alchimia per sublimare serate indimenticabili ....

Evidentemente il Covid ha ‘privato' ognuno/a di noi di qualcosa che considerava come garantito, come il pane, quando anche la certezza di quella leggerezza e freschezza che ti offriva correre, pedalare, nuotare spensierata/o, da sola/o o in compagnia, poi veniva ostacolato da sceriffi o limitato da provvedimenti e protocolli di vario genere.

C'è chi ha reagito in un modo, magari chiudendosi in se stessa/o (addirittura smettendo di fare sport o facendo fatica a riprendere), chi trovando in altre specialità una nuova valvola di sfogo, chi urlando rabbia e costernazione nel non poter fare quello che di solito faceva, magari con altrui responsabilità finali.

Alla fine penso che sia successo solo questo ed ognuno/a abbia scaricato una sua personale ‘privazione' (dagli allenamenti alle gare, dalla gestione di un'area o di un team di lavoro, fino all'organizzazione di eventi, etc.) a modo suo. Chi in modo più o meno sereno ma intimo, chi in modo sguaiato o urlato, chi rifacendosela con lo Spirito Santo o magari il Presidente ….

Ecco, posso solo assicurare che questo anno horribilis, da domani, vedrà un forte cambio di rotta. A partire dalla comunicazione e nell'atteggiamento. Si parla pubblicamente solo di sport ed aggregazione. Bandite le polemiche che il 95% degli associati non vuole ascoltare mettendo in gioco la 'magia delle aquile'. Questo gruppo non se lo può permettere. Abbiamo giocato pesantemente su un filo del rasoio affatto piacevole e men che mai gradito nella forma, in assenza di sostanza poi. Io posso solo cercare di applicare/far rispettare le regole che ci sono fornite a vari livelli per diffondere, guidare e correggere ancor di più la cultura e le leggi dello sport, senza le quali un gruppo sportivo farebbe bene a chiudere i battenti. Se non si facesse così verrebbe meno il valore fondante dettato dalla missione fortemente voluta dai suoi principali fondatori: il divertimento nel rispetto di regole e persone, in nome di uno sport praticato (agonistico e/o ludico motorio), nella ricerca del benessere fisico e mentale. Chi ostacolasse questo, sarebbe fuori luogo e non uno/una Sportivo/Sportiva (con la “S” maiuscola).
Il Fair play sarà la parola d'ordine. I problemi personali si lasciano a casa o in ambiente lavorativo.

E' stato un anno horribilis a tutti i livelli, anche per noi, e questo ci ha impedito lo svolgimento del rinnovo del Direttivo come per Federazioni, CONI ed ASD di dimensioni anche più piccole della nostra. Portare 246 associati in presenza o farli votare a distanza con uno Statuto non armonizzato e moderno per effettuarlo era mission impossibile. E ciò ci conferma che solo la ripresa dello sport praticato potrà ridurre chiacchiericci ed incomprensioni.

Tutto questo, statene certi, è stato però superato dallo splendido esempio di maturità espresso ieri sera in Assemblea Straordinaria con la presenza di 101 Associati/e (ai quali aggiungere 12 deleghe disponibili) che, assieme al provvedimento del CONI dello scorso 22 dicembre che conferisce ampi poteri ai Presidenti delle ASD fino al 31 marzo 2021, apre una bella finestra di ripresa della gestione dell'associazione e dei suoi progetti sportivi, con maggior serenità visto il tempo a disposizione, al fine di allargare il corpo dirigenziale per gestire 250 persone alla ripresa delle attività e delle gare dopo primavera. Questa resta la nostra missione principale. Nei prossimi giorni riapriremo i tesseramenti e la raccolta di volontà delle adesioni e richieste di rinnovo, al fine di coccolare sempre più il nostro immenso patrimonio umano, prima ancora che sportivo, cercando di rendere l'ambiente più sereno partendo da noi consiglieri, garanti e fondatori dell'associazione, del processo di traghettamento verso PisaRRC 2.0, coincidente proprio con l'anno “10” della nostra vita associativa. Perché si tratta di costruire la 'Nuova Associazione' in un contesto di riforma sportiva in atto tra CONI e Ministero dello Sport in un ambito generale di nuova normalità che sarà tutta da costruire e della quale poco sappiamo oggi ….

Dalla mezzanotte di stasera, nessuno è più Associato/a e si dovrà ripartire ripresentando la documentazione e quota federale (se prevista, parziale o totale a seconda delle Federazione) mentre la quota associativa (da 30,00 euro) è abbonata per i già associati 2020. In quel contesto si ribadisce il patto verso il rispetto delle regole CONI, Federali e dell'Associazione, che sono semplici ma chiare. Per ricordare che lo Sport ci rende Donne e Uomini migliori e non peggiori e sarà bene ricordarlo, ma anche applicarlo.

Ci saranno uscite dal team, alcune ‘pesanti' di persone che sono state con noi sin dall'inizio, in parte non più in accordo con le linee che ci siamo dati, in parte per mia responsabilità e/o ingombro, in parte per ricercare stimoli nuovi. Credo che in tutti questi casi non ci sia una netto strappo del cordone ombelicale perché certe emozioni, certe storie e molte condivisioni, sono scolpite nel cuore e nella testa per sempre. Siamo certi di aver rappresentato un percorso importante per loro come loro lo sono stati per noi. Possiamo solo sperare che vi sia sempre ‘quel momento' giusto per riavvicinare i ‘progetti sportivi', visto che i valori umani restano a prescindere dai colori delle casacche. A loro va il saluto e ringraziamento dell'Associazione.

Ci sono nuove entrate: a loro va il nostro caloroso benvenuto. La loro adrenalina ed emozione ci ricorda ogni giorno che c'è vita, e tanta, ancora fuori dalle nostre porte. Auguriamo alle nuove aquile quel potere ‘trasformativo' ed emozionale che siamo capaci di creare. Perlomeno è stato così nei precedenti nove anni!

L'unico vero vaccino per risollevarci, nell'umore e nel fisico, resta quello della ripresa degli Sport e degli eventi abbattendo la discussione sul “nulla in assenza di Sport” e tutti i muri fatti da troppe parole e del distanziamento, anche quello online.

Con affetto, solo tante cose belle per il 2021 e che si ritorni ‘UNITI', ma non più DISTANTI!

Andrea



Fonte: Andrea Maggini



POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE

Titolare e responsabile del trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento è La Pisa Road Runners Club ASD (di seguito PRRC) in persona del suo legale rappresentante pro tempore con sede legale c/o Studio Commerciale Cambi Toscano - Via Renato Fucini 49 - 56100 Pisa (PI) - P.I. 02050770508

Rispetto della Privacy

La PRRC rispetta la privacy dei propri utenti e si impegna a proteggere i dati personali che gli stessi gli conferiscono. In generale, l’utente può navigare sul sito web dell’Istituto senza fornire alcun tipo di informazione personale. La raccolta e il trattamento dei dati personali avvengono, se necessario, in relazione all’esecuzione di servizi richiesti dall’utente, o quando l’utente stesso decide di comunicarlo; in tali circostanze la presente politica della privacy illustra le modalità e i caratteri di raccolta e trattamento dei dati personali dell’utente.

La PRRC tratta i dati personali forniti in conformità alla normativa vigente.

Raccolta di Dati Personali

Per “dati personali” s’intende qualsiasi informazione che possa essere impegnata per identificare un individuo, una società o altro ente. A titolo puramente esemplificativo e non esaustivo viene raccolto ad esempio il nome e il cognome, l’indirizzo di posta elettronica [e-mail], l’indirizzo, un recapito postale o altro recapito di carattere fisico, la qualifica, la data di nascita, il genere, il lavoro, l’attività commerciale, gli interessi personali e le altre informazioni necessarie per la prestazione dei servizi richiesti e per contattare l’utente.

Dati di navigazione

La navigazione sul sito può avvenire in forma anonima.

Per la navigazione in aree riservate l’utente avrà la possibilità di salvare le proprie credenziali (identificativo assegnato dall’amministratore del sistema con cui è avvenuta la registrazione e la password inviata all’indirizzo e-mail del richiedente della quale l’amministratore del sito non è a conoscenza).

A tal proposito si precisa che la scuola non compie operazioni di raccolta dati dell’utente con modalità automatiche, incluso l’indirizzo di posta elettronica [email].

La PRRC nel rispetto della normativa vigente in tema di tutela di dati personali, al solo fine di avere contezza dell’area visitata e della durata della visita stessa, può registrare l’indirizzo IP dell’utente (Internet Protocol, vale a dire l’indirizzo Internet del computer dell’utente). In questo caso i dati verranno utilizzati esclusivamente per ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e controllarne il corretto funzionamento e verranno cancellati immediatamente dopo l’operazione. I dati, tuttavia, possono essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità nell’ipotesi di reati informatici ai danni del sito; ciò, ad eccezione dei casi in cui si tratti di un utente registrato che abbia ricevuto la preventiva informativa e che abbia prestato il proprio consenso al trattamento, avverrà comunque senza mettere in relazione l’indirizzo IP dell’utente con altre informazioni personali relative allo stesso. Come molti altri siti web aventi carattere e contenuto indirizzato ai servizi, il sito della scuola può impiegare una tecnologia standard chiamata “cookie” per raccogliere informazioni sulle modalità di uso del sito da parte dell’utente. Per ulteriori informazioni, l’utente è invitato a consultare la sezione “Cookies”.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’Istituto, per consentire l’accesso alle aree riservate, raccoglie i dati personali dell’utente in occasione della sua registrazione e, al fine di attivare un account, assegna un CODICE UTENTE e una password, necessari per usufruire di determinati prodotti o servizi offerti dalla scuola. In particolare la registrazione è necessaria per partecipare al forum, per usufruire di chat, per inviare messaggi ad altri iscritti, per inserire commenti alle notizie, quando l’utente chieda di ricevere determinate e-mail, di essere inserito in una mailing-list o quando l’utente, per qualsiasi altra ragione, comunica i propri dati alla scuola. Quest’ultima usa tali informazioni solamente ove le stesse siano state legittimamente raccolte in conformità alla presente Policy e nel rispetto della normativa vigente. Si ribadisce che alcuni servizi web del sito prevedono l’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica; ciò comporta acquisizione dell’indirizzo del mittente (necessario per rispondere alle richieste) e degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi (disclaimer) possono essere visualizzate con apposito link nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta (come la pagina contatti). E’ inoltre indicato il trattamento di dati sensibili o giudiziari forniti dall’utente nel corpo della mail.

Comunicazione di Dati Personali

In caso di raccolta di dati personali, la PRRC informerà l’utente sulle finalità della raccolta al momento della stessa e, ove necessario, richiederà il consenso dell’utente. La scuola, salvo quanto di seguito previsto nella Sezione “Ambito di Comunicazione e Diffusione di Dati Personali”, non comunicherà i dati personali dell’utente a terzi senza espresso consenso. Se l’utente decide di fornire alla scuola i propri dati personali, gli stessi potranno essere comunicarli all’interno dell’Istituto o a terzi che prestano servizi alla scuola, ovviamente nel rispetto delle vigenti disposizioni (si veda a tal proposito informativa privacy pubblicata sul sito). la PRRC invierà all’utente eventuale materiale relativo ad attività di informazione e a ricerche di mercato solo dopo averlo informato e averne ottenuto il consenso.

Cookies

Un cookie è un piccolo file di testo che alcuni siti web inviano all’hard drive dell’utente in occasione della visita al sito. Un cookie può contenere informazioni quali un ID dell’utente che il sito usa per controllare le pagine visitate; si precisa, tuttavia, che le uniche informazioni di carattere personale che un cookie può contenere sono quelle fornite dall’utente stesso. Un cookie non può leggere i dati presenti sull’hard disk dell’utente o leggere i cookies creati da altri siti. Alcune aree del sito dell’Istituto impiegano cookies per registrare le modalità di navigazione degli utenti sul sito. L’Istituto si serve di cookies per determinare il grado di utilità delle informazioni che fornisce ai propri utenti e per verificare l’efficacia della struttura di navigazione del sito in relazione al supporto di aiuto offerto all’utente per ottenere quell’informazione. Se l’utente non desidera ricevere cookies durante la navigazione sul sito, può programmare il proprio browser in modo da essere avvertito prima di accettare cookies e rifiutarli quando il browser avvisa della loro presenza. L’utente può anche rifiutare tutti i cookies disattivandoli nel proprio browser, anche se in tal modo non sarebbe poi in grado di sfruttare in pieno i servizi del sito. In particolare, all’utente potrebbe essere chiesto di accettare cookies al fine di compiere determinate operazioni. Tuttavia, non è necessario che l’utente accetti tutti i cookies per usare/navigare in molte aree del sito, salvo il caso in cui, per l’accesso a specifiche pagine web, siano necessari la registrazione e una password.

Finalità e Modalità di trattamento dei Dati Raccolti

la PRRC tratta i dati personali dell’utente per le seguenti finalità di carattere generale: per soddisfare le richieste a specifici prodotti o servizi, per personalizzare la visita al sito, per aggiornare l’utente in relazione ai servizi della scuola o ad altre informazioni di suo interesse (provenienti direttamente dell’Istituto o dai suoi partners), per comprendere meglio i bisogni dell’utente e offrire allo stesso servizi migliori. Il trattamento di dati personali da parte dell’Istituto per le finalità sopra specificate avviene in conformità alla normativa vigente in materia di privacy.

Ambito di comunicazione e diffusione di dati personali

I dati personali non vengono comunicati al di fuori della realtà dell’Istituto senza il consenso dell’interessato, salvo quanto in seguito specificato. Nell’ambito dell’organizzazione della scuola, i dati sono conservati in server controllati cui è consentito un accesso limitato in conformità alla normativa vigente. la PRRC può comunicare i dati personali dell’utente a terzi in uno dei seguenti casi: quando l’interessato abbia prestato il proprio consenso alla comunicazione; quando la comunicazione sia necessaria per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente; quando la comunicazione sia necessaria in relazione a terzi che lavorano per conto dell’Istituto per fornire il prodotto o il servizio richiesto dall’utente (la scuola comunicherà a questi ultimi solo le informazioni che si rendono necessarie in relazione alla prestazione del servizio, senza che i dati possano essere trattati per finalità diverse); per fornire le informazioni necessarie e relative all’Istituto stesso, nonché agli altri enti ad esso collegati (in qualsiasi momento l’utente potrà richiedere di non ricevere più tale tipo di comunicazioni). la PRRC inoltre divulgherà i dati personali dell’utente nel caso in cui ciò sia richiesto dalla legge.

Diritti dell’utente; User Account

Se l’utente è registrato, per richiedere la cancellazione del proprio account o qualsiasi altro proprio dato personale deve inviare una mail al responsabile della gestione/aggiornamento del sito.

Sicurezza dei dati

Le informazioni dell’account sono protette da una password per garantire la riservatezza e la sicurezza dell’utente. la PRRC adotta tutte le misure di sicurezza e le procedure fisiche, elettroniche e organizzative richieste dalla normativa vigente. Anche se la scuola fa quanto ragionevolmente possibile per proteggere i dati personali dell’utente, la stessa non può garantire la completa totale sicurezza dei dati personali dell’utente durante la comunicazione. A tal proposito la PRRC invita l’utente ad adottare tutte le misure precauzionali per proteggere i propri dati personali quando naviga su Internet. L’utente, ad esempio, è invitato a cambiare spesso la propria password (che preferibilmente dovrà essere composta da una combinazione di lettere e numeri) e ad assicurarsi di fare uso di un browser sicuro.

Minori e privacy

Il sito web della PRRC è pensato per un utilizzo anche da parte di minori di 18 anni in quanto presenta contenuti puramente didattici e culturali. Quindi la scuola, in fase di iscrizione al sito, non richiede la maggiore età dell’utente.

Siti di terzi

Il sito web dell’Istituto può contenere links ad altri siti. La scuola non condivide i dati personali dell’utente con questi siti e non è responsabile delle pratiche degli stessi in relazione alla tutela e al trattamento di dati personali. La PRRC invita l’utente a prendere visione della politica della privacy di tali siti per conoscerne le modalità di trattamento e raccolta dei dati personali.

Modifiche della politica della privacy

La PRRC in relazione all’evoluzione della normativa, potrà modificare la presente policy della privacy, dandone adeguata comunicazione attraverso la pubblicazione sul sito.
Informativa privacy aggiornata il 22/12/2022 11:50
torna indietro leggi POLICY DELLA PRIVACY ADOTTATA DALLA SCUOLA SULL’UTILIZZO DEL SITO WEB ISTITUZIONALE
 obbligatorio
generic image refresh


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie